Giro d’Italia 2019, sancito il gemellaggio Como-Ivrea

Il trofeo del Giro d'Italia

Como ed Ivrea gemellate in vista della tappa del Giro d’Italia 2019 che collegherà le due città. Le organizzazioni locali delle due città hanno già raggiunto l’accordo che prevede una serie di iniziative comuni nel cammino che porterà al prossimo 26 maggio.
Quella domenica, infatti, la “Corsa rosa” arriverà sul Lario, con il finale che sarà simile – ma non uguale – a quello del “Lombardia”. Al posto che recarsi verso Monte Olimpino, negli ultimi chilometri i corridori passeranno in contromano per il girone della città con la volata finale in piazza Cavour.
Como e Ivrea, dunque, hanno deciso di percorrere assieme il cammino verso una giornata che già si annuncia tra le più attese del prossimo anno. Momenti di scambio, eventi, convegni e altre iniziative coinvolgeranno le due città.
Ivrea, capoluogo del Canavese, conta circa 23mila abitanti ed è la storica sede dell’Olivetti. Dallo scorso mese di luglio è diventata patrimonio mondiale Unesco come “città ideale nella rivoluzione industriale del Novecento”.
Sul fronte comasco, dopo l’incontro di qualche giorno fa con i vertici di Rcs Sport, si sta lavorando su ogni fronte per far fronte alle esigenze necessarie per ospitare un evento di così grande rilevanza. In Comune a Como una serie di gruppi di lavoro sono operativi su tutti i fronti, dalla viabilità all’ordine pubblico, per arrivare alla logistica e all’organizzazione del villaggio del Giro e al quartiertappa, che sarà molto probabilmente ospitato a Villa Olmo, come del resto è accaduto per il “Lombardia”.
Un Giro d’Italia che peraltro si annuncia di altissimo spessore, per i nomi dei ciclisti che hanno annunciato la loro partecipazione alla corsa. L’impressione è che l’edizione 2019 della gara sia stata preferita al Tour de France.
Vincenzo Nibali – che vive a Lugano e abitualmente si allena sulle strade del Comasco – è sicuramente uno dei nomi più attesi. Ci sarà anche il campione del mondo Alejandro Valverde; hanno annunciato la loro presenza anche Tom Dumoulin (vincitore nel 2017), il britannico Simon Yates, il colombiano Egan Bernal Gomez, l’azzurro Gianni Moscon e lo spagnolo Mikel Landa.
La “Corsa rosa” scatterà l’11 maggio da Bologna e terminerà a Verona il 2 giugno dopo 3.518 chilometri. La Cima Coppi sarà il Passo Gavia (2.618 metri), il 28 maggio, nella tappa Lovere-Ponte di Legno.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.