Giro d’Italia Donne, tappa lariana il 7 luglio

Arrivo tappa Giro Rosa Carate Brianza

Un evento che era stato anticipato da tempo; ora vi sono l’ufficializzazione e la data: il Giro d’Italia Donne 2021 avrà una tappa completamente lariana, disegnata sulle strade attorno al Lago di Como. In pratica il copia-incolla della frazione del Giro Giovani Under 23 dello scorso anno.

L’appuntamento è fissato per mercoledì 7 luglio, con partenza e arrivo da Colico. Le cicliste costeggeranno sempre il Lario senza particolari digressioni; non sono previste deviazioni, per esempio su un luogo di riferimento per lo sport del pedale come il Colle del Ghisallo.
Si partirà dunque da Colico, con discesa verso Lecco, poi il passaggio da Bellagio e la discesa su Como dalla Lariana e la risalita a Nord dalla Statale Regina con arrivo a Colico.
Lo scorso 3 settembre il medesimo percorso fu utilizzato per il Giro Giovani Under 23; la tappa di Colico fu vinta dal belga Jordi Meeus, mentre nella classifica finale si è imposto il britannico Thomas “Tom” Pidcock, oggi già protagonista nelle corse dei Professionisti.

Ora tocca dunque alle donne, con la possibilità di applaudire le lariane Elite Alice Gasparini e Greta Marturano. Quest’ultima, tra l’altro, ha appena terminato una brillante Setmana Ciclista Valenciana, piazzandosi all’ottavo posto assoluto nella classifica finale, in una gara che ha visto il successo della fuoriclasse olandese Annemiek Van Vleuten, già prima nel Giro d’Italia femminile 2018 e 2029.
Proprio nel 2019, peraltro, la manifestazione a tappe femminile toccò la Brianza comasca con la frazione disegnata fra Lissone a Carate Brianza, con successo della giovane trentina Letizia Borghesi.

Il Giro Under 23 nel 2020; quello femminile nel 2021. Appuntamenti che potrebbero fare da apripista alla corsa a tappe più importante del nostro paese, il Giro d’Italia. Non una boutade, ma un progetto a cui qualche addetto ai lavori sta già pensando. L’idea potrebbe essere quella di un tracciato sempre attorno al lago per l’edizione del 2022 ma, in questo caso, con un percorso più difficile, magari con il già citato Colle del Ghisallo e cambio di direzione verso la Valle Intelvi, con rientro da Porlezza e poi sulla Statale Regina dalla Valle di Menaggio. Un tracciato vicino alle montagne della Valtellina, che sono un punto di riferimento per la “Corsa rosa” e che potrebbe essere il palcoscenico della gara il giorno successivo.

Un discorso, questo, in via di sviluppo, al pari del Giro di Lombardia, la “classica delle foglie morte” che nel 2021 è in calendario per sabato 9 ottobre. Oggi mancano esattamente 150 giorni all’evento, ma per ora non sono stati definiti punti di partenza e arrivo. Agli organizzatori di Rcs Sport, da Como è giunta comunque la disponibilità per ospitare la manifestazione, sia per il via, sia per il traguardo. La scorso anno la “classica- monumento” è stata disputata il giorno di Ferragosto, con vittoria del danese Jakob Fuglsang.

Marturano Corridonia
Greta Marturano
Alice Gasparini
Alice Gasparini
Ciclismo, Giro di Lombardia 2020, Jakob Fuglsang (vincitore)
Giro di Lombardia 2020, il vincitore Jakob Fuglsang

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.