Giro: Nibali, preoccupato dal Covid? In parte, ma sto attento

'Stagione strana

(ANSA) – ROMA, 12 OTT – "Il meteo è un problema che non riguarda solo me, ma tutti noi che affronteremo le prossime tappe. E’ un Giro d’Italia stranissimo, com’è strana l’intera stagione, penso che gli organizzatori abbiano preparato piani B e C nelle frazioni a rischio-neve. Un po’ di preoccupazione c’è. Non è semplice per noi che dobbiamo mettere a punto le strategie. Il Covid mi preoccupa? Da un lato si, però c’è da dire che è meno virulento rispetto a inizio anno: siamo tutti molto attenti. La positività di Simon Yates è stata molto strana, come lo era stata quella di Ciccone". Così Vincenzo Nibali, nella conferenza stampa odierna che coincide con il primo giorno di riposo del 103/o Giro d’Italia di ciclismo. "La resistenza alle basse temperature può essere determinante ai fini del successo finale – aggiunge -: la percentuale di massa grassa è bassa, sarà importante coprirsi bene e alimentarsi, perché il dipendio di energie è notevole. Le tappe di Tortoreto e Cesenatico? Finora abbiamo attraversato percorsi nervosi, con salite non molto lunghe come quella dell’Etna. C’è stata molta tattica, ma il Giro va valutato giorno dopo giorno. La situazione può sbloccarsi improvvisamente. Non mi sembra vi sia una squadra che riesce a controllare una tappa". (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.