Giro Rosa-Iccrea, lo scatto di Gasparini

Alice Gasparini

Un Giro Rosa-Iccrea a cui è arrivata con un po’ di apprensione, ma ora è pronta per la sua terza partecipazione alla gara nazionale femminile. Alice Gasparini, 22 anni, di Bizzarone, sarà al via della corsa che scatta domani con un cronometro a squadre in Piemonte, nei luoghi di Fausto Coppi. Prima di partire ha fatto visita alle redazione di Espansione Tv e “Corriere di Como” per fare il punto alla vigilia dell’importante corsa tricolore.
Nel 2017 Alice si piazzò intorno al 100° posto assoluto e tredicesima nella classifica delle giovani; nel 2018 è arrivato il 60° piazzamento in graduatoria e il nono tra le giovani.
Nel 2019 la comasca parteciperà al Giro rosa-Iccrea con i colori del team Eurotarget-Bianchi-Vittoria, capitanato dall’ex ciclista di alto livello Giovanni Fidanza. «La preparazione non è stata facile – spiega Gasparini – Poche settimane fa ho purtroppo avuto un infortunio a un ginocchio che mi ha messo non poca paura».
«Invece, subito dopo le necessarie visite e le prime cure – aggiunge – sono tornata in bicicletta e ho ripreso la preparazione senza troppi problemi. Sono arrivati il settimo posto in una gara a Prato e riscontri positivi nel ritiro in altura a Livigno con la mia squadra». A quel punto è giunta la chiamata per il Giro Rosa-Iccrea, dove sarà al via anche un’altra lariana, la marianese 21enne Greta Marturano.
Alice Gasparini è quella che in gergo si definisce una passista. È forte a cronometro (vinse un argento agli Europei Juniores) ma se la cava anche in salita. «Il percorso dell’edizione 2019 mi piace – afferma – Ci sono due prove a cronometro, la tappa d’apertura a squadre e la Chiuro-Teglio del 10 luglio. Su alcune salite sono già passata in altre occasioni e non ho avuto particolari problemi. Parto motivata, ben conscia del fatto che l’elenco iscritte è di altissimo livello e nessuno farà concessioni».
L’obiettivo principale? «Questo 2019 è il mio ultimo anno da Under 23 – afferma – quindi mi piacerebbe ottenere un bel piazzamento nella classifica delle giovani».
«Sono fiduciosa – aggiunge – perché nelle precedenti partecipazioni al Giro Rosa mi sono resa conto di non patire eccessivamente la stanchezza. Tra una tappa e l’altra ho sempre recuperato prontamente e anche questo è un dato che mi conforta».
Un Giro Rosa-Iccrea che prevede anche una tappa che per buona parte attraverserà il territorio comasco. Si tratta della quarta frazione, la Lissone-Carate Brianza, in programma lunedì prossimo, con transito da Mariano Comense (ore 12.40), Cantù, Montorfano, Alzate Brianza, Anzano del Parco e Monguzzo per poi proseguire nella provincia di Lecco. «Non sarà una tappa facile né scontata – conclude Alice – In molti dicono che l’arrivo sarà in volata, ma non sono d’accordo. Si tratta di un percorso molto nervoso, che potrebbe favorire qualche fuga e un risultato a sorpresa».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.