Sport

Il Giro d'Italia domenica arriva sul Lario

Ciclismo – Domenica prossima, la quindicesima tappa passerà dal Comasco e si concluderà al Piano dei Resinelli. Previste limitazioni per gli automobilisti
È conto alla rovescia per il passaggio del Giro d’Italia sul Lario, con arrivo nel Lecchese e transito per la provincia di Como.
L’appuntamento è fissato per domenica prossima, 20 maggio, quando la “Corsa rosa” vivrà la sua quindicesima tappa, con partenza da Busto Arsizio e arrivo in salita al Piano dei Resinelli.
Una frazione che vivrà la sua fase iniziale nel Varesotto, con il via fissato verso le 12.30. Poi, verso le 13.10, i corridori giungeranno nel Comasco, ad Appiano Gentile
(sulla provinciale 23). Poi attraverseranno Villa Guardia (Statale 342), Montano Lucino (via Varesina) ed entreranno in città, anche se non passeranno da zone centrali.
L’ingresso a Como sarà alle ore 13.20 con transito in via Varesina, piazzale Camerlata, via Canturina, rotatoria–viadotto dei Lavatoi e via Oltrecolle verso Lipomo.
Poi ci saranno il passaggio da Lipomo (13.30 circa) e Albese con Cassano, dove il gruppo attraverserà il centro del paese quale omaggio al compianto Fabio Casartelli, a vent’anni dal suo successo alle Olimpiadi di Barcellona. Poi i ciclisti svolteranno verso Erba, per lasciare il Comasco e andare a chiudere la tappa passando dalla Bergamasca e giungendo nel Lecchese, con la scalata della Valcava (1.340 metri), del Culmine di San Pietro (1.254) e il traguardo posto ai Resinelli (1.280).
In questo momento la maglia rosa del 95° Giro d’Italia è lo spagnolo Rodriguez Oliver Joaquin. L’unico corridore lariano in corsa, Mauro Santambrogio, portacolori della squadra Bmc, attualmente è al 98° posto, a 40’52’’ dal primo.
Ma, al di là dei suoi contenuti agonistici, il passaggio del Giro d’Italia dal Comasco presuppone anche una serie di provvedimenti che riguardano la viabilità, con prevedibili rallentamenti e strade chiuse anche se, visto che il passaggio sarà di domenica e all’ora di pranzo, in generale non ci dovrebbe essere l’affollamento di un giorno lavorativo.
Bisogna tener conto del fatto che, nell’ambito del Giro c’è, come da tradizione, la carovana degli sponsor che passa circa 90 minuti prima dei concorrenti. Le strade non saranno chiuse ma ci saranno comunque rallentamenti, perché si tratta di una colonna lunga circa due chilometri che non può essere spezzata e ha sempre la precedenza.
E quindi di volta in volta, ad esempio ai semafori, le altre vetture saranno bloccate per consentire alla carovana di rimanere unita. L’invito a chi dovrà andare in giro domenica mattina, dunque, è di muoversi per tempo, come sempre si fa in queste circostanze.
Tra l’altro questo corteo verso mezzogiorno arriverà e si fermerà ad Albese con Cassano, per uno spettacolo e la distribuzione di gadget agli appassionati che, sicuramente, arriveranno numerosi nel paese di Casartelli che nel 2005, fra l’altro ospitò la partenza dell’ultima tappa.
Saranno invece più rigide le chiusure delle strade in attesa del gruppo dei corridori. Si parla, infatti, di un’ora prima del transito dei concorrenti. Dando un’occhiata alla cronotabella, gli orari di blocco saranno questi: 12.07 (Appiano Gentile), 12.16 (Villa Guardia), 12.19 (Montano Lucino), 12.24 (Como), 12.30 (Lipomo), 12.35 (Albese), 12.46 (Erba).
Infine una curiosità. Tra i coordinatori degli agenti di polizia stradale che scortano la gara (in totale 26 motociclisti, sei vetture, più gli uomini dell’assistenza tecnica) c’è il vicecomandante di Como, Gian Piero Pisani.
In questo Giro d’Italia, il suo ruolo è controllare che tutto sia a posto per il passaggio della carovana pubblicitaria: di fatto, la sua è la prima vettura che compare legata alla “Corsa rosa”: l’apripista, quindi, è “targato” Como.

Massimo Moscardi

Nella foto:
I ciclisti ad Albese con Cassano alla partenza della tappa del Giro 2005 (Fkd)
17 Maggio 2012

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto