Giro, Vegni: "Con i tamponi veloci la ‘bolla’ è salva"

Direttore corsa rosa: "I test rapidi hanno la loro valenza"

(ANSA) – ROMA, 10 OTT – "La ‘bolla’ ha retto, è il primo caso dopo 10 giorni. I test rapidi hanno una loro valenza, perché ci hanno permesso di fermare Simon Yates in maniera veloce: se avessimo dovuto utilizzare il protocollo dell’Uci, questa mattina avremmo dovuto inviare a Milano i suoi test e aspettare una risposta. Il corridore, dunque, sarebbe potuto partire. Con il nostro test veloce, invece, siamo riusciti a bloccare la situazione e a salvare la ‘bolla’. Così Mauro Vegni, direttore di corsa del 103/o Giro d’Italia di ciclismo, parlando al Processo alla tappa, in onda sulla Rai del caso di positività del britannico. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.