Girone A, conto alla rovescia

1crovLa volata finale è lanciata. Ma il Como deve fare i conti anche con la Disciplinare
Due partite e un deferimento. Il finale di stagione del Como, prima dei playoff, si può riassumere così, con questo triplo impegno, sui campi e nelle aule di giustizia sportiva romana. Una volata finale di un campionato molto lungo, che poi si chiuderà con i playoff che vedranno il Como protagonista, visto che la squadra azzurra ha conquistato nell’ultimo turno la certezza matematica. Oggi la Prima Divisione osserva un turno di pausa, poi i lariani saranno prima impegnati a Carrara, poi in casa

con il Pavia.
La regular season
Due gare sulla carta abbordabili per i lariani, che sono impegnati contro formazioni di bassa classifica. La Carrarese, però, è allenata da un mister tosto come Gian Marco Remondina, che fino all’ultimo – anche se il campionato dei toscani è sostanzialmente concluso – dirà ai suoi di non mollare.
Una gara da prendere con le pinze, la prossima, anche se il Como si presenterà carico dopo l’ultimo successo con il Lumezzane e con una condizione di forma in crescita.
Poi al Sinigaglia arriverà il fanalino di coda Pavia per un match che, a meno di clamorosi ribaltoni, dovrebbe portare tre punti alla formazione lariana.
La condizione
Come detto, l’impressione giunta dalle ultime gare è che i lariani stiano migliorando. Qualche settimana fa mister Giovanni Colella e il suo staff hanno predisposto un richiamo di preparazione per avere più carburante nella fase finale e nei playoff, con la ovvia speranza che il cammino sia lungo.
Anche sul fronte degli infortuni non si registrano grandi problemi. E la buona notizia è che sta recuperando il difensore Antonio Giosa che, per uno scontro di gioco nel match con l’AlbinoLeffe, era anche stato ricoverato in ospedale. Il giocatore si sta ristabilendo.
L’ultima uscita degli azzurri è stata a metà settimana a Mendrisio, nella sfida amichevole disputata contro la locale formazione: è arrivata una convincente vittoria per 3-0.
Per oggi e domani mister Colella ha previsto due giorni di riposo. Gli allenamenti riprenderanno martedì.
Il regolamento
Nel torneo di Prima Divisione non ci saranno retrocessioni. Chi vincerà il campionato, invece, sarà promosso direttamente nella categoria cadetta.
Sono cambiati completamente – rispetto al passato – i criteri dei playoff, a cui parteciperanno le squadre piazzate dal secondo al nono posto. Nei quarti ci sarà una gara unica, sul campo della formazione meglio classificata nella regular season.
Poi, dalla semifinale, si disputeranno i match di andata e ritorno, come pure nella finalissima. In caso di parità ci saranno sempre supplementari e calci di rigore.
Se il campionato finisse oggi, il Como affronterebbe nei quarti, in gara secca, l’Alto Adige a Bolzano, e, nell’eventuale semifinale, la vincente di Pro Vercelli-AlbinoLeffe.
Alla Disciplinare
Ma c’è anche una partita da giocare, non sul campo, ma nelle aule della giustizia sportiva. Negli scorsi giorni la Disciplinare ha discusso la vicenda del Como relativa alla ritardata registrazione del pagamento degli stipendi di novembre e dicembre.
La società e suoi tre dirigenti – il presidente Pietro Porro, il vicepresidente Flavio Foti e il consigliere delegato Fabio Bruni – sono per questo motivo deferiti, al pari della società. Il rischio è che possa essere tolto un punto e che possano essere bloccati i contributi da erogare al club. La sentenza, come è stato anticipato nei giorni scorsi dal “Corriere di Como”, arriverà dopo Pasqua, per semplici ragioni tecniche: le questioni in discussione alla Disciplinare giovedì scorso erano molte e si sono allungati i tempi.
Da venerdì a lunedì gli uffici sono chiusi per il ponte di Pasqua ed è per questo che se ne riperlerà martedì o al più tardi mercoledì. In caso di esito negativo, il Como ha già fatto sapere che farà ricorso.

M.Mos.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.