Girone d’andata, mancano quattro gare. Gli azzurri puntano sempre a quota 25

Como Pro Vercelli

«L’obiettivo è virare a 25 punti, ce la possiamo ancora fare anche se ovviamente servirà un cambio di marcia». Parola di mister Marco Banchini, allenatore del Como, dopo la gara persa domenica scorsa in casa con la Pro Vercelli. Una prestazione che lo stesso tecnico lariano ha definito «disastrosa» e che va ad inserirsi in una fase non positiva, con soli due punti conquistati nelle ultime cinque uscite, nei derby interni con Lecco e Pro Patria.
I lariani in classifica hanno 18 punti. L’obiettivo minimo è a -7, il che significa che da qui alla fine del girone d’andata si dovranno almeno vincere due gare e pareggiarne un’altra sulle quattro che sono in calendario.
Il calendario prevede gli incontri con Pianese, Juventus Under 23, Robur Siena e la chiusura con l’AlbinoLeffe.
Si inizia domenica prossima con la trasferta di Grosseto, la città che ospita le gare della Pianese, squadra di Piancastagnaio, il comune più a Sud della provincia di Siena. Allenatore dei bianconeri toscani è il 60enne Marco Masi, che gli appassionati di vecchia data ricorderanno come difensore di Torino, Pistoiese e Napoli in serie A all’inizio degli anni ’80.
La Pianese in classifica ha un punto in meno del Como – con cui condivide lo status di neopromossa – ma finora si è dimostrata una formazione in grado di mettere in difficoltà gli avversari più accreditati. L’ultima dimostrazione è arrivata domenica scorsa, con il pareggio in trasferta (1-1) sul campo del Renate, la seconda forza del campionato. In precedenza i toscani sul loro campo erano riusciti a fermare (sempre per 1-1) la corazzata Monza.
Una volta archiviata la trasferta di Grosseto, si arriva ad una delle gare che suscitano maggiore curiosità, quella contro la Juventus Under 23, in calendario sabato 30 novembre alle 20.45 allo stadio Sinigaglia. Una squadra che non è partita benissimo, ma che poi ha trovato continuità di risultati, raggiungendo il nono posto e quindi la zona playoff. In panchina Fabio Pecchia, al Como nella dimenticabile stagione 2002- 2003 in serie A. Una squadra, quella bianconera, che può a tutti gli effetti lottare per la promozione in B. L’unico vincolo per queste formazioni è l’impossibilità di giocare nello stesso torneo della prima squadra o in un campionato superiore.
Seguirà poi, la settimana successiva, una nuova trasferta in Toscana, per la gara con la Robur Siena, interlocutore certo non malleabile: i bianconeri hanno 25 punti e sono terzi alla pari con Novara e Pontedera, alle spalle di Monza e Renate.
In chiusura di girone d’andata il match del Sinigaglia con l’AlbinoLeffe, che ha un punto in più dei lariani e quindi un rendimento simile. Bergamaschi reduci, al pari del Como, da una gara deludente, con la sconfitta rimediata sul campo del fanalino di coda Pergolettese.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.