Cronaca

Giulia e Laura Eccellenze lariane

 

altBasket donne – La Comense ha chiuso, ma le giocatrici cresciute nel vivaio nerostellato, Maffenini e Spreafico in particolare, si stanno facendo onore ad alti livelli
La Comense non c’è più, ma il basket femminile comasco continua a essere di moda.
Lo confermano le percentuali altissime di due ex giovani cestiste nerostellate che – dopo la chiusura della squadra cestistica di serie A – ora stanno veleggiando ad alta quota nelle classifiche tra le migliori marcatrici dei

massimi campionati nazionali in rosa.
La giocatrice del momento in serie A2 femminile, infatti, è l’olgiatese Giulia Maffenini. Un autentico peperino, classe 1992 che, dopo essere esplosa in serie B, meritandosi l’azzurro ai Mondiali Under 18, alla prima stagione nel secondo campionato nazionale è già protagonista.
La Maffenini, che gioca quest’anno con la divisa dell’Assi Cremona, è infatti la migliore marcatrice di tutta la categoria con 18 punti di media: nell’ultima giornata ne ha segnati ben 30 ad Alghero.
Che l’esplosiva cestista comasca fosse una realizzatrice dalle mani d’oro lo si sapeva bene, visto che si era già segnalata sia a livello giovanile – era stata protagonista dell’ultimo scudetto nerostellato nel 2007 – sia in serie B, dove era stata l’assoluta mattatrice con la casacca di Cantù.
Poi, però, tornata alla Comense era stata fermata nella stagione della sua consacrazione da un doppio infortunio che aveva preoccupato non poco il suo rientro in campo.
Ora, a suon di canestri, è tornata ai suoi massimi livelli e punta sempre più in alto dei palcoscenici della serie A1. Sono infatti già molte le società della massima serie ad aver messo gli occhi su di lei.
«Sinceramente – afferma Giulia – non mi sarei mai aspettata di vivere una stagione così bella, anche perché ero reduce da un infortunio al ginocchio. Invece l’impatto con la serie A2 è stato molto positivo; ho la possibilità di migliorarmi misurandomi con giocatrici molto più esperte».
A questo punto, però, in prospettiva non può mancare un pensierino per la serie A1. La comasca non si nasconde: «Certo che se a fine anno mi chiamassero dalla serie A1, sarei prontissima a partite subito».
Tra gli obiettivi di “Maffe”, la salvezza con Cremona, la chiamata dalla A1 e l’azzurro. «Sì – ammette – alla Nazionale penso sempre. Ho fatto belle esperienze con le selezioni giovanili: ora ci sarebbe da fare l’ultimo gradino, salire nella squadra maggiore, ma dovrò continuare a lavorare duro per arrivarci. Ma questo rimane il mio sogno».
L’ultimo pensiero è per la casa madre nerostellata: «Quando ho saputo che la Comense non c’era più mi sono messa a piangere, perché sono cresciuta con questa gloriosa società – conclude – Comunque porterò sempre nel cuore ricordi bellissimi di momenti e persone tinte di nerostellato… indimenticabili».
Intanto, proprio in serie A, una sua ex compagna di squadra in Comense, Laura Spreafico, sta vivendo un’annata d’oro con la maglia di Lucca. Non solo è seconda in classifica alle spalle della corazzata Schio, ma a livello individuale la giocatrice di Asso si è distinta come la miglior realizzatrice dalla lunghissima distanza.
Spreafico, infatti, è al primo posto nel tiro da tre punti con un ottimo 51% davanti a mostri sacri come Giorgia Sottana e il suo idolo Raffaella Masciadri (solo 17esima con il 33%). Insomma, la pallacanestro comasca femminile sa ancora fare canestro… e bene.
Laura parla del suo momento magico a Lucca: «Siamo contenti di questo secondo posto in classifica che è frutto del lavoro quotidiano svolto in palestra – spiega – Speriamo di continuare così, anche se non guardiamo ai playoff ma rimaniamo concentrate sull’avversario settimanale e giochiamo partita dopo partita».
Ma quale può essere l’obiettivo reale della formazione toscana? «Arrivare il più in alto possibile – conclude Laura – Personalmente spero anche di far parte della Nazionale che parteciperà agli Europei». Intanto Spreafico è la migliore nelle triple. «Non lo sapevo, lo scopro adesso – conclude – Mi fa piacere, ma sto cercando di migliorare in molti altri aspetti per ampliare il mio bagaglio tecnico».

Andrea Piccinelli

Nella foto:
La migliore nel tiro da tre
Laura Spreafico, cresciuta nel settore giovanile della Comense, attualmente veste la casacca di Lucca e della Nazionale maggiore (nella foto Ciamillo-Castoria). La giovane di Asso, classe 1991, con il 51% di realizzazioni è in assoluto la migliore atleta della serie A tricolore nelle conclusioni dalla distanza
24 Gennaio 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto