Giulia “Rambo” Dogliani è arrivata a Capo Nord

Giulia Dogliani felice a Capo Nord

Missione compiuta. Giulia “Rambo” Dogliani ha raggiunto Capo Nord in bicicletta dopo essere partita proprio da Como. È stata la stessa triatleta 33enne di origini cuneesi, ma lariana d’adozione, a comunicare l’impresa attorno alle 17 di giovedì sul suo profilo Facebook. Un breve messaggio con una foto e poi, ieri, sempre sui social, il commento: «Avevo deciso di farmi un regalo, e vi confesso che ci sono riuscita… un mese per me… non l’ho affrontato con la voglia di dimostrare nulla a nessuno, nè con la convinzione che fosse una battaglia da vincere, o per affogare dispiaceri o espiare colpe come qualcuno mi ha domandato prima della partenza… – scrive Giulia – semplicemente sono partita con la voglia di vivermi un viaggio divertendomi e regalandomi tempo per me, ho passato così tante ore da sola in sella alla mia bici che solo a ripensarci non mi sembra ancora vero».

«Ho solo avuto fortuna che il fisico ha retto bene per 23 giorni (oggi ho male ovunque!!!), io ho lasciato solo che le gambe girassero, mi hanno portato loro a Capo Nord», ha aggiunto Giulia prima di ringraziare l’amica Simona, suo padre e gli sponsor che l’han – no appoggiata nel progetto. L’atleta era stata salutata alla partenza direttamente dal primo cittadino di Como Mario Landriscina. Il percorso, tutto sui pedali era scattato mercoledì 5 luglio da piazza Cavour, l’arrivo a destinazione come da programma, giovedì 27, anzi con una giornata d’anticipo.

L’itinerario ha previsto il passo dello Spluga il primo giorno, quindi l’ingresso in Liechtenstein  e Germania, l’attraversamento della Danimarca, poi della Svezia, fino alla Finlandia e alla Norvegia e quindi l’arrivo a Capo Nord, con una percorrenza variabile tra i 165 e i 210 chilometri al giorno. Giulia, come detto è stata accompagnata dal padre Aldo e dall’amica storica Simona Longa. Proprio suo padre, 45 anni fa, era andato a Capo Nord in Cinquecento. Giulia Dogliani, soprannominata “Rambo”, nel suo curriculum vanta la scalata di montagne e la partecipazione a gare di triathlon e ai durissimi “Ironman”. Anche le date scelte per la sua impresa non erano state casuali e legate al mondo delle dueruote, ma a motore. La partenza è stata fissata dopo il Gran Premio di Germania della MotoGp, mentre la conclusione doveva essere tassativamente entro la prossima gara a Brno (Repubblica Ceca) fissata per il 6 agosto. Scadenze da rispettare perché Giulia lavora nel settore marketing e p.r. del Gresini Racing nella MotoGp e non può permettersi ritardi.

Articoli correlati