Giuseppe Guzzetti: «Non faremo la fine della Grecia»

Le erogazioni – Per l’anno in corso sono già online i primi 15 nuovi bandi per chiedere contributi nei settori ambiente, arte e cultura, ricerca scientifica e servizi alla persona
Il presidente della Fondazione Cariplo ha presentato ieri il programma degli interventi per il 2012
«In questo momento di grave crisi la Fondazione Cariplo e altri enti analoghi stanno facendo in parte anche da supplenti allo Stato, ad esempio nei settori dell’istruzione e dei servizi sociali. È una fase storica particolare e facciamo anche questo, ma è fondamentale che lo Stato continui a svolgere appieno le sue funzioni. Gli enti locali non possono delegare al volontariato e al terzo settore competenze che spettano alle istituzioni».
Giuseppe Guzzetti, presidente della Fondazione Cariplo
, ha parlato del difficile momento di crisi attuale ieri pomeriggio a Villa Gallia, in occasione della presentazione del programma degli interventi e delle attività dell’ente per il 2012. Nella sede dell’amministrazione provinciale sono intervenuti i rappresentanti di circa 140 associazioni comasche di volontariato.
Nel 2011 la Fondazione Cariplo ha finanziato sul territorio lariano 39 progetti per un totale di quasi 5,5 milioni di euro erogati. Complessivamente, in due decenni di attività, l’ente ha messo a disposizione di enti e associazioni di Como e provincia quasi 110 milioni di euro. Per il nuovo anno, sono già online i primi 15 nuovi bandi tramite i quali è possibile richiedere contributi nei settori ambiente, arte e cultura, ricerca scientifica e servizi alla persona.
«Sappiamo che il 2012 sarà ancora un anno difficile – ha sottolineato Guzzetti – soprattutto sul fronte sociale. Per questo specifico settore abbiamo deciso di incrementare le risorse. Complessivamente, il budget attuale per le erogazioni dell’anno in corso subisce una flessione del 9% rispetto al 2011. Confidiamo comunque nella possibilità di integrazione con ulteriori risorse nel corso dell’anno. Molto dipenderà dall’andamento dei mercati».
«Le previsioni per il 2012 nella gestione del patrimonio – ha aggiunto il presidente – permettono comunque di garantire un’attività erogativa adeguata, che rimane ai livelli pre-crisi del 2006 e di conservare il fondo di stabilizzazione per i prossimi anni. La riduzione delle spese di gestione e dei compensi degli amministratori ha permesso un risparmio del 6,6%. Si fa sempre più fatica a rispondere alle esigenze di tutti e i bisogni emergenti sono in costante crescita, ma ribadiamo alle organizzazioni no profit che daremo la priorità ai problemi delle persone».
Parlando dell’attuale situazione economica italiana, Guzzetti si è mostrato ottimista. «Non faremo la fine della Grecia – ha detto – Personalmente ho piena fiducia nel governo guidato da Mario Monti. Inizialmente sono state prese misure drastiche, ma erano effettivamente necessarie e hanno permesso all’Italia di recuperare credibilità a livello internazionale».

Anna Campaniello

Nella foto:
Il presidente della Fondazione Cariplo, Giuseppe Guzzetti, ieri a Villa Gallia (Mv)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.