Comprar casa, gli agenti: “Dopo la crisi, clienti più attenti, selettivi e parsimoniosi”

La crisi che ha colpito il comparto immobiliare sembra essere ormai alle spalle in riva al Lario, ma ha lasciato il segno. Non soltanto nei prezzi delle transazioni, ma anche nei comportamenti delle persone interessate a comprare un’abitazione.
«Il mercato che esce dalla crisi è profondamente cambiato – scrive il presidente della Federazione degli agenti immobiliari di Como, Mirko Bargolini, nella prefazione all’edizione 2018 del Borsino immobiliare che sarà presentata giovedì alle 16.30 allo Sheraton Lake Como Hotel di Tavernola  – Nei numeri delle compravendite che, pur in crescita, non torneranno certamente quelli di prima, ma soprattutto nell’atteggiamento della domanda che, complice l’ampia offerta, resta attenta, selettiva e parsimoniosa».
Secondo l’analisi del numero uno della Fimaa, «per le nuove costruzioni, chi compra vuole “il bello”, “il sostenibile”, “l’ecologico”, senza spendere eccessivamente». E «per le abitazioni usate, non si acquista “a tutti i costi”» perché «il cliente sa attendere».
Anche Davide Carnevali, responsabile delle Commissione Borsino della Fimaa comasca, conferma che «oggi ci si raffronta con una clientela molto esigente che, rispetto al passato, reperisce numerose informazioni sul web, anche se non sempre si tratta di notizie complete e attendibili». Pure i costruttori hanno modificato le loro proposte. «L’offerta – spiega Carnevali – si è spostata verso immobili di qualità, intesa come innovazione in campo energetico ed estensione della possibilità di personalizzazione degli edifici da ristrutturare». Per quanto riguarda le tipologie di appartamenti, «quelle maggiormente richieste sul mercato sono sempre i bilocali e i trilocali, mentre risultano penalizzati i monolocali e i quadrilocali che riscontrano un maggiore appeal nelle grandi città». Ma non solo. «Si rileva inoltre – scrive ancora Carnevali nelle pagine introduttive del Borsino immobiliare – che gli immobili con spazi esterni, per esempio balconi e giardini, e con pertinenze (autorimesse e cantine) agevolano la compravendita, in quanto sono preferibili a soluzioni sprovviste di tali spazi accessori».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.