Gli agenti intervengono a sedare una lite ma nella casa scoprono anche la refurtiva

In via Palestro a Como
Intervenuti per sedare una lite tra un uomo e una donna residenti in via Palestro, a Como, gli agenti delle volanti della Questura hanno scoperto che la 32enne coinvolta nella violenta discussione era la responsabile di un furto. La donna è stata denunciata. I documenti e gli oggetti personali sono stati restituiti alla legittima proprietaria. Gli agenti sono intervenuti martedì pomeriggio, allertati dai vicini di una coppia che stava litigando. Entrati in casa e riportata la calma, i
poliziotti si sono resi conto che l’abitazione versava in uno stato di grave degrado. Tra gli oggetti sparsi a terra gli uomini delle volanti hanno notato anche il codice fiscale di una donna. Il compagno della 32enne ha spiegato agli agenti che quel documento era nel portafogli di una comasca scippata nel giugno scorso dalla sua convivente. Un rapido accertamento ha permesso ai poliziotti di individuare altri documenti della donna scippata. Gli agenti hanno verificato che la proprietaria dei documenti trovati nell’appartamento di via Palestro aveva sporto regolare denuncia lo scorso giugno. La 26enne è stata così deferita a piede libero per furto aggravato.

Anna Campaniello

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.