Gli Alpini e Siticibo cucinano la domenica per gli ospiti dell’Ozanam

La Piccola Casa Federico Ozanam di via Cosenz a Como

Le domeniche in Casa Ozanam avranno un calore diverso è stata avviata la collaborazione tra l’Associazione Nazionale Alpini, Siticibo Como e La Piccola Casa Federico Ozanam.

Tutte le domeniche, dalle 15, l’Associazione Nazionale Alpini garantirà il servizio di guardiania, sorveglianza e intrattenimento degli Ospiti con la presenza di due Alpini, mentre Siticibo Como (che si occupa di fornire a Enti come Ozanam pasti provenienti da mense aziendali e del recupero di eccedenze alimentari presso i supermercati), dalle 17 si occuperà della cucina e della preparazione della cena. 

Quattro “brigate di cucina”, composte da un capogruppo e tre aiuti, si alterneranno per garantire il servizio di cucina nei giorni festivi; i volontari hanno frequentato un corso di formazione e sono stati dotati di idonea divisa (grembiule, guanti e scarpe di sicurezza) nel rispetto delle norme di igiene e sicurezza.

“È una collaborazione importante – dichiara Enrico Fossati, Presidente di Ozanam – Il nostro intento è innanzitutto quello di rilanciare il volontariato che, soprattutto per motivi organizzativi fatica a garantire continuità ed efficienza; inoltre intendiamo dare valore e calore alla giornata della domenica che i nostri ospiti vivono spesso con ulteriore difficoltà a volte mista a malinconia. Per questo abbiamo pensato di chiedere aiuto a queste due importanti Associazioni che si sono sempre contraddistinte per indubbia capacità organizzativa, encomiabile spirito di solidarietà e senso del dovere. La risposta è giunta infatti immediata e senza esitazioni”.  

La Piccola Casa Federico Ozanam che accoglie e assiste da più di 80 anni bisognosi senza fissa dimora, in via prevalente uomini anziani e soli, in difficoltà economiche. Inizialmente definito dormitorio oggi Ozanam, con sede in via Cosenz a Como, è una vera e propria “Casa di Accoglienza” che negli anni – grazie alla generosità di privati, associazioni, enti pubblici, istituzioni varie – ha incrementato qualità e quantità degli aiuti offerti: refezione serale, distribuzione di biancheria e vestiario, interventi di riavvicinamento alle famiglie, accompagnamento ai servizi e uffici del territorio, ricoveri ospedalieri o presso case di riposo, ricerca di posti di lavoro.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.