Gli azzurri: «Siamo sempre più una vera squadra»

«Abbiamo lavorato molto su attenzione, concentrazione e atteggiamento. I risultati stanno arrivando ma non dobbiamo adagiarci, dobbiamo proseguire su questo cammino». Parla chiaro Federico Gentile, capitano del Como nella gara vinta domenica scorsa a Gozzano.
Un successo di grande importanza, giunto sul campo dell’ormai ex capolista. La classifica per gli azzurri, a dire il vero, non è cambiata molto, visto che la vetta rimane distante 8 punti: la Caronnese si è infatti imposta per 3-0 sul terreno del Borgaro Nobis e ora guida solitaria il girone A. Il Como è quarto a quota 30 e domenica attende allo stadio Sinigaglia l’Olginatese.
Ma il dato più importante della giornata è il segnale che gli azzurri hanno mandato alle contendenti, andando a vincere su un campo che in questa stagione era ancora inviolato. E anche sul terreno della Caronnese, non va dimenticato, i lariani stavano vincendo per 2-1 e sono stati raggiunti su rigore al 48’ del secondo tempo.
«A Gozzano abbiamo gestito bene la partita – spiega ancora Federico Gentile – e siamo stati bravi a dare continuità alla vittoria nel turno infrasettimanale. Stiamo diventando sempre di più una vera squadra; conosciamo i nostri pregi e i nostri limiti. Adesso sappiamo soffrire e a Gozzano abbiamo senza dubbio fatto un passo in avanti rimanendo uniti nei momenti difficili e mostrando compattezza».
In vantaggio con Molino al 40’′ del primo tempo (rete in mischia), gli azzurri sono stati raggiunti dalla rete di Capogna al 10’′ della seconda parte. Ma ci ha pensato il senegalese Fall a chiudere il discorso con il gol al 15’.
«Siamo scesi in campo con la giusta mentalità contro un avversario molto forte – afferma il goleador Daniele Molino ′- Siamo stati bravi a mixare grinta e calma nel momento decisivo. ma l’elemento più rilevante è che dopo aver subìto l’1-1 non ci siamo scomposti e abbiamo avuto la forza di riportarci avanti e segnare il 2-1. Magari qualche settimana non ci saremmo riusciti».
Vittoria sul campo ma non soltanto. Anche sugli spalti i tifosi del Como si sono fatti valere. «Praticamente abbiamo giocato in casa» spiega ancora Federico Gentile.
E gli elogi ai sostenitori lariani arrivano anche da Federico Leonardi, presidente del Gozzano. «Sarebbe bello se tutti i tifosi fossero come quelli del Como. Sono arrivati in tanti – spiega il massimo dirigente dei piemontesi – hanno sostenuto la loro squadra con calore, ma non hanno creato alcun problema».
«Posso affermare con tranquillità – conclude Leonardi – che questa è la migliore tifoseria di una grande squadra fra quelle che sono venute a giocare da noi in questi anni».
Massimo Moscardi

Articoli correlati