Gli esodati comaschi chiedono aiuto alla politica. «La questione va risolta»

alt

Lunedì l’incontro sul tema

(a.cam.) Appello degli esodati lariani ai parlamentari e consiglieri regionali del territorio perché affrontino la situazione degli oltre mille comaschi che si trovano in una situazione critica, senza stipendio né pensione.
Lunedì mattina, una delegazione di una trentina di esodati ha incontrato la parlamentare del Pd Chiara Braga e i consiglieri regionali Luga Gaffuri e Alessandro Fermi, Pd e Pdl. Il faccia a faccia è stato organizzato dalla Cgil, che nelle ultime settimane sta promuovendo

iniziative di sensibilizzazione sul tema. Circa un migliaio di lavoratori comaschi è finito nel gorgo causato dall’ultima riforma previdenziale, firmata dall’ex ministro Elsa Fornero. «Abbiamo chiesto un incontro con parlamentari e consiglieri regionali lariani perché parlassero direttamente con i comaschi che si trovano in questa situazione – sottolinea Alessandro Tarpini, segretario generale della Cgil di Como – I lavoratori hanno spiegato il loro disagio e spiegato i problemi concreti che si trovano ad affrontare». Gli esodati chiedono una soluzione. «Chiedono che l’argomento torni in discussione, ad esempio in concomitanza con l’approvazione della Legge di Stabilità – conclude Tarpini – Questo è l’appello rivolto ai politici comaschi, sperando che possano farsi promotori di iniziative utili».

Nella foto:
La legge che ha “prodotto” gli esodati porta il nome dell’ex ministro Elsa Fornero

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.