Gli incidenti di Como-Varese. Felleca: «Festa rovinata. Per noi un danno economico e di immagine»

Gli incidenti dopo Como-Varese. Amareggiato e deluso l’amministratore delegato del Como, Roberto Felleca «per tanti aspetti, perché quello che è successo danneggia tutti – dice – La società ha fatto ogni cosa potesse fare e sia stata chiesta. Ha messo le barriere, aumentato gli steward. Abbiamo speso tantissimo per 150 tifosi ospiti. E ora ci ritroviamo con 2.500 di multa e un incasso in meno, visto che domenica si gioca a porte chiuse. Avevamo chiesto di non far venire i tifosi da Varese».
«È stata una festa rovinata e purtroppo non si può nemmeno dire che i nostri fossero quattro gatti – dice sempre Felleca – le immagini testimoniano che i tifosi che hanno creato problemi erano decine. Hanno creato problemi ai tifosi corretti, che non potranno vedere la loro squadra con il Derthona. Il mancato incasso ci costringe, contro la Caronnese, a portare avanti il progetto della “giornata della solidarietà”, in cui non saranno validi gli abbonamenti».
«Si era vinto un derby importante, perché non festeggiare e basta? Questa macchia vanifica anche il lavoro di una società che vuole essere integrata con il territorio, e ci crea un forte danno economico» conclude.
L’approfondimento, con altri pareri e gli ultimi aggiornamenti sulla vicenda, sul Corriere di Como in edicola martedì 16 gennaio

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.