Golf: Phoenix Open tra ‘hole in one’ e spettacolo

Finau in testa

(ANSA) – ROMA, 02 FEB – La sfida per il titolo tra Tony Finau e Webb Simpson, il tributo a Kobe Bryant del PGA Tour. E ancora: un’altra giornata da tutto esaurito – nonostante il Super Bowl – tra emozioni in campo e sugli spalti. La volata finale del Waste Management Phoenix Open, best tournament 2018 e 2019 del massimo circuito americano, promette spettacolo. Lo statunitense Finau, con una prova bogey free chiusa in 62 (-9) colpi (7 birdie e un eagle) su un totale di 197 (-16), è volato dalla 12/a alla prima posizione. Tre anni dopo l’ultima volta, il 30enne di Salt Lake City (Utah), entrato nel field all’ultimo momento, insegue un successo da dedicare a Bryant. Sfida nella sfida con Simpson tra due dei protagonisti dell’ultima President’s Cup. Simpson, 34enne della North Carolina, è 2/o (198, -15) a una sola lunghezza. E alle prodezze di Finau ha risposto con una hole in one alla buca 12 (par 3) che ha scatenato gli applausi del TPC Scottslade, che oggi sarà vestito a festa per omaggiare Bryant. L’iconica buca 16 (par 3) regalerà sorprese con la bandiera che sarà ricamata con l’8 da una parte e il 24 (i due numeri di Bryant) dall’altra. Tra Finau e Simpson a spuntarla potrebbero essere John Holmes e Hudson Swafford, entrambi terzi (199, -14) a due colpi dalla vetta. Poche possibilità per Jon Rahm, 11/o (203, -10). Lo spagnolo rischia di sprecare così la chance di salire per la prima volta in carriera sul trono mondiale. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.