Gran Premio di F1 a Monza ma senza pubblico. Ieri la firma dell’accordo

Autodromo Nazionale Monza 5

Il Gran Premio d’Italia a Monza si farà, ma a porte chiuse. L’appuntamento è fissato per domenica 6 settembre. La notizia è stata comunicata ieri dall’Aci, subito dopo la firma dell’accordo e commentata dal presidente nazionale Angelo Sticchi Damiani. «Si tratta di una ripartenza importantissima, dallo straordinario valore simbolico. Le auto e i piloti che animano la formula automobilistica più prestigiosa del mondo, tornano infatti in pista insieme a un Paese, l’Italia, che, lasciandosi alle spalle l’emergenza Covid, mette in campo tutte le energie e risorse migliori per tornare, velocemente, ad occupare il posto che gli spetta sulla scena europea e internazionale. Speriamo che questo possa essere per tutti un segnale di ripartenza e rinascita». Con la firma del contratto, Aci ha inoltre ottenuto l’organizzazione della corsa di Monza fino al 2025.
Se da un lato rimane la compiacenza per aver mantenuto la gara tricolore nel calendario della F1, dall’altra c’è la constatazione che, a meno di per ora non attesi cambi di prospettiva, la corsa non potrà ospitare il pubblico. E questo si rifletterà anche sull’indotto per il territorio comasco, visto che molti appassionati – come spesso avviene per i grandi eventi – univano alla trasferta per la gara anche una vacanza sul Lario. Ma a Como, quantomeno, potrebbero, come da tradizione, arrivare i team del “circus” iridato, che però devono fare i conti con una difficile congiuntura.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.