Grande ciclismo sul Lario. Il 6 ottobre c’è il “Lombardia”. Si ritorna sul Muro di Sormano

altUn 2013 intenso

La gara sarà di domenica con partenza da Bergamo e arrivo a Lecco. In mezzo, la scalata del Ghisallo e del Muro di Sormano. Il percorso del Giro di Lombardia 2013 è stato ufficializzato pochi giorni dagli organizzatori di Rcs Sport. Per quest’anno, dunque, niente partenza da Como, anche se dalla nostra città era partita questa proposta, che aveva anche l’appoggio del Comune di Como.
La corsa è in programma il prossimo 6 ottobre. Domenica, e non sabato, come è stato fino ad ora. La richiesta

di spostamento è partita direttamente dagli organizzatori di Rcs Sport. Una scelta che ha alla base due motivi: il primo è quello di ottenere una maggiore visibilità per l’evento in quello che è stato definito «il giorno dello sport». E poi c’è anche una ragione di sicurezza, visto che alla domenica di solito c’è meno traffico sulle strade e il controllo è più gestibile sotto ogni punto di vista. Non va poi dimenticato che tutte le più importanti “classiche” del ciclismo vengono solitamente disputate di domenica.
Il nostro territorio, anche senza la partenza della corsa, sarà comunque un riferimento per la “classica delle foglie morte”, visto che nel giro, al di là di quella che dovrebbe essere la località di partenza, ci sarà la scalata del Colle del Ghisallo e sarà ripetuta anche la salita sul Muro di Sormano, che è stata reintrodotta lo scorso anno e che tanto è piaciuta agli appassionati del pedale.
Un momento epico, con le forti emozioni suscitate dal passaggio della corsa su una salita che ha pendenze molto dure per i corridori. Lo scorso 29 settembre il francese Romain Bardet ha a suo modo scritto una pagina di storia, scollinando per primo sul Muro nella gara vinta dallo spagnolo Joaquim Rodriguez.
Quello con il “Lombardia” sarà il momento più atteso di una stagione in cui il Lario è ancora una volta un territorio di riferimento per lo sport del pedale. Lo testimonia, prima di tutto, l’assegnazione del campionato italiano della categoria Juniores, che si disputa oggi ad Appiano Gentile.
Peraltro l’ascesa di Sormano non sarà proposta solo in occasione del “Lombardia”. Per la prima domenica di settembre, infatti, il presidente della Federazione ciclistica comasca, Franco Bettoni, ha intenzione di riproporre la corsa per Elite e Under 23 che termina al culmine della salita, davanti all’osservatorio della Colma. Una gara che era stata proposta nel 2011, ma che nel 2012 è saltata per problemi economici.
L’attività nel territorio comasco sarà sempre molto intensa, con la riproposizione di competizioni che hanno scritto pagine di storia importanti per il pedale giovanile. È il caso del Giro della Provincia per Allievi. Tra gli altri eventi che saranno curati, non mancherà il Memorial Rusconi, gara riservata alla categoria Elite e Under 23 e dedicata al ciclista scomparso nel 2003. A chiudere la carrellata di competizioni giovanili sarà, come sempre, la Giornata nazionale della bicicletta, che nel 2012 ha festeggiato la sua edizione numero 50.

Nella foto:
Il passaggio sul Muro di Sormano in occasione del Giro di Lombardia 2012: anche per l’edizione di quest’anno della corsa, la mitica ascesa sarà riproposta dagli organizzatori (foto Fkd)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.