Grandi del ciclismo sul Lario, idea Eddy Merckx

Eddy Merckx in una recente visita al Ghisallo

Il prossimo grande nome potrebbe essere Eddy Merckx; questa è l’ipotesi che trapela dallo staff di CentoCantù, l’associazione che negli anni ha coordinato a livello locale l’arrivo del Giro di Lombardia a Como e che nel tempo ha organizzato incontri di successo con i grandi del ciclismo. L’ultimo, in ordine di tempo, quello di martedì con Vincenzo Nibali: per lo “Squalo” un bagno di folla nel pomeriggio al Museo del Ghisallo e alla sera nell’evento proposto a Cantù.
E in passato avevano riscosso molti consensi le serate con Giovanbattista Baronchelli, Damiano Cunego e Paolo Bettini, vincitori, in tempi più o meno recenti, della “classica delle foglie morte” a Como.

Vincenzo Nibali al Ghisallo Vincenzo Nibali al Ghisallo

I racconti dei campioni, i ricordi, la possibilità di vederli da vicino e di avere un autografo o una foto: tutti elementi che piacciono agli appassionati comaschi di ciclismo, che hanno mostrato di apprezzare queste serate.
Ecco perché l’intenzione è di andare avanti con i nomi importanti del pedale: ecco perché ora Paolo Frigerio, presidente di CentoCantù, è intenzionato a sondare la disponibilità di Eddy Merckx per averlo ospite sul Lario.

Paolo Bettini con Paolo Frigerio (CentoCantù)

Lo stesso Frigerio, peraltro, è in attesa di risposte da Rcs Sport per sapere se nel 2018 il “Lombardia” terminerà o meno in piazza Cavour. La disponibilità è stata data e lo stesso Nibali, nell’incontro al Ghisallo ha dichiarato di «essere innamorato del finale e dell’arrivo a Como».
In attesa di conoscere sviluppi su questo fronte, per gli amanti del ciclismo si profila un ulteriore appuntamento con un campione, in questo caso al Museo del Ghisallo, che riapre ufficialmente i battenti il prossimo 4 marzo. Nel corso del 2018 è stata infatti organizzata una mostra di immagini dedicata a Paolo Bettini che culminerà con un incontro con l’ex ciclista, che nella sua carriera ha conquistato due successi Mondiali, altrettanti al Giro di Lombardia e un oro olimpico ad Atene 2004. Appena ci sarà la conferma, sarà comunicata la data di un’altra serata che, è facile prevederlo, sarà affollata di tifosi.

Fabian Cancellara premiato lo scorso anno a Mendrisio

E anche se in questo caso l’evento sarà ad inviti, l’attesa è grande anche per il “Mendrisio d’Oro” 2018, di fatto il più grande premio mondiale che riguarda lo sport del pedale, e che viene assegnato dal 1971. La data deve ancora essere fissata, ma sarà vicina alla prossima Milano-Sanremo (in calendario per il 17 marzo).
Per questa edizione la giuria ha scelto il ciclista belga Greg Van Avermaet, vincitore di 14 gare nel 2017, fra le quali la Parigi Roubaix e la Gent-Wevelgem. Il 32enne di Lokeren è anche campione olimpico in carica. Il Mendrisio d’Argento, riservato a un ciclista svizzero emergente, è stato invece assegnato al ticinese Filippo Colombo.
Massimo Moscardi

Articoli correlati

1 Commento

  • Avatar
    viola , 25 Febbraio 2018 @ 16:35

    Bella idea ospitare i campioni però il Ghisallo è solo una toccata a e fuga…Nibali alle 18 era già scappato (da calendario arrivato alle 17.30)
    Magari farlo in orari più propensi alla gente che lavora o nei weekend e magari coinvolgendo il territorio con attività a maggior valore aggiunto a contorno (che sia chiaro l’arrivo di un campione è sempre una bellissima cosa!). Il museo non può essere solo una cosa fine a se stessa ma deve coinvolgere il territorio circostante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.