Granfondo di ciclismo, comaschi alla Ötztaler Radmarathon

Granfondo di ciclismo, ci saranno anche 12 comaschi tra i 4500 concorrenti da 36 nazioni della Ötztaler Radmarathon del 2 settembre, la competizione più dura e impegnativa delle Alpi, giunta alla sua 38a edizione e che ha raggiunto oltre 19.000 richieste d’adesione. Un lungo e unico un percorso di 238 km con 5.500 m di dislivello, chiuso in gran parte al traffico veicolare.  Si parte da Sölden, il cuore della valle tirolese dell’Ötztal, affrontando per primo il Kühtai (2.020 m), pedalando in direzione Brennero (1.377 m) si sconfina in Italia, a Vipiteno, attraversando successivamente i passi Giovo (2.090) e Rombo (2.509 m), per poi fare ritorno a Sölden in Tirolo. I 5.500 m di dislivello sono suddivisi su 40,5 km di percorso pianeggiante, 95,7 km di salita e 101,9 km di discesa. I partecipanti della „Ötztaler“, provenienti da 36 nazioni,  sono prevalentemente di sesso maschile, mentre sono  290 le donne in gara. Ai tedeschi spetta il primato con il 48,4 % dei posti, al 21,9 % seguono gli austriaci e con il  17,6 % gli italiani (con 47 donne alla partenza). Dall’Italia arrivano ciclisti da 83 province (su un totale di 92).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.