Guardia medica chiusa, l’Asl si scusa con i pazienti

1aslSabato scorso in via Carso  (a.cam.) «Ci scusiamo per il disagio subito dai pazienti che hanno trovato chiuso l’ambulatorio della guardia medica. C’è stato un problema di informazione. I medici erano entrambi fuori per una visita e gli utenti non sono stati avvisati in alcun modo».

I vertici dell’azienda sanitaria locale di Como sono intervenuti per accertare le cause di quanto accaduto sabato scorso, quando cinque pazienti sono rimasti in attesa per un’ora in via Carso, all’aperto, davanti alla sede del servizio

di continuità assistenziale.
«Per una serie di concause, entrambi i medici sono dovuti uscire per una visita a domicilio contemporaneamente – fanno sapere da via Pessina – Può accadere, in caso di emergenza o necessità particolare. Purtroppo, è mancata una corretta comunicazione per gli utenti arrivati mentre l’ambulatorio era chiuso».
«La centrale operativa, in ogni caso, ha risposto bene e rapidamente – concludono dalla sede della direzione dell’Asl in via Pessina – In caso di una visita, non si può programmare al minuto quanto potrà durare. Faremo in modo che ci sia una corretta informazione qualora si ripresenti una situazione simile».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.