Guido Cappellini fermo al palo. Il processo slitta al mese di maggio

IN TRIBUNALE
Nuovo rinvio – questa volta al 15 maggio – per il processo al campione di motonautica Guido Cappellini. Il marianese, dieci volte iridato di F1 motonautica, è infatti finito a giudizio con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata alla frode fiscale, con ben 19 milioni di euro – secondo la tesi della Procura – nascosti alla tassazione e fatti confluire in paradisi fiscali. La decisione sul rinvio (l’udienza preliminare si svolse addirittura nel marzo 2011) si è resa necessaria
in quanto il giudice Francesco Angiolini passerà all’ufficio gip e non potrà dunque portare a termine le udienze che si preannunciano combattute. Cappellini, difeso dall’avvocato Anna Maria Restuccia, è a processo con i suoi collaboratori, ovvero un 42enne belga (consulente commerciale di Cappellini, difeso dagli avvocati Davide Carughi e Paolo Santarelli), un olandese 44enne residente nel Principato di Monaco, un varesino di 49 anni e un 51enne di Mariano Comense, direttore sportivo del team del campione.

Mauro Peverelli

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.