Hansi Muller dalla Germania incoraggia Fabio Gallo e il suo Como

La foto con dedica che Hansi Muller ha voluto mandare, tramite il “Corriere di Como”, a mister Fabio Gallo

Hansi Muller dialoga a distanza con Fabio Gallo, mister del Como e gli manda, dalla Germania, appoggio e incoraggiamento per la seconda parte di stagione.
Una corrispondenza che merita una spiegazione. Sabato scorso, durante la conferenza stampa di presentazione di Como-Giana, Gallo ha iniziato a parlare della presenza di ghiaccio in campo e a quel punto è saltato fuori il ricordo della storica vittoria del Como a San Siro con il Milan del 1985.
I lariani vinsero per 2-0 su un campo gelato, con il supporto di scarpette con le ventose fatte giungere appositamente in Italia da Hansi Muller e dal suo sponsor tecnico.
Al ricordo di questo aneddoto Fabio Gallo ha spiegato: «Hansi Muller era il mio giocatore preferito, quando era all’Inter. Quando ero raccattapalle in occasione delle gare interne a San Siro (il mister è cresciuto come giocatore nel vivaio nerazzurro n.d.r.) facevo di tutto per ridare il pallone a lui. Ricordo la sua eleganza e personalità in campo e fuori».
Proprio Hansi Muller da anni ha un filo diretto con il “Corriere di Como”. Nel 2014, quando la sua Germania ha vinto i Mondiali in Brasile, ad esempio, scrisse un pezzo di commento proprio per il nostro giornale.
Dopo aver giocato nell’Inter per due stagioni, Muller venne al Como nel 1984 ed è rimasto molto legato alla nostra realtà. A lui abbiamo fatto giungere le parole di Fabio Gallo. E dalla Germania è arrivata una pronta risposta, accompagnata da una foto con dedica personalizzata per il tecnico azzurro.
«Caro Fabio – ha scritto Hansi Muller – ho saputo delle tue parole a me dedicate in conferenza stampa. Grazie dei complimenti che mi hai riservato per il comportamento dentro e fuori del campo: mi hanno fatto molto piacere».
«Sono sempre contento di aver vissuto tre anni in Italia: un’esperienza che mi ha dato tantissimo e ne traggo benefici ancora oggi. A Como ci siamo salvati in seria A nell’ultima partita, il 19 maggio 1985 contro il Milan (0-0). All’andata (0-2 per noi) abbiamo conquistato punti molto importanti sul campo ghiacciato di San Siro, il 13 gennaio: le scarpe da neve dell’Adidas che avevo procurato dalla Germania per tutta la squadra avevano fatto la differenza».
Poi un ricordo simpatico, come è nel carattere di Muller: «Sullo stesso livello della salvezza, metto l’ottenimento della patente motonautica, in italiano». Infine i saluti a Gallo e alla squadra: «Auguroni a te e tutta la società. Vi seguirò nel ritorno, dove spero facciate tanti punti. Un abbraccio, il tuo Hansi».
Massimo Moscardi

Articoli correlati