Heidi Bedenknecht De Felice: percorsi di luce e di materia verso l’“ultranaturale”

altL’artista Heidi Bedenknecht De Felice, dal 2003, sperimenta con un materiale molto particolare: il policarbonato; simile al plexiglas, trova un utilizzo nei settori manifatturieri più svariati: dalle lenti degli occhiali alla registrazione ottica, dall’assemblaggio dei telefoni cellulari ai giubbotti antiproiettile. La De Felice ne ha tratto opere fluorescenti che, opportunamente illuminate con lampade a luce nera, danno vita a quadri, sculture e installazioni che si ispirano prevalentemente all’ambiente marino e a quello celeste. 

Mercoledì 12 novembre, alle 18, nello spazio espositivo “Antonio Ratti” (ex chiesa di San Francesco), in largo Spallino 1 a Como, verrà inaugurata la mostra “Percorsi di Luce” che, fino al 30 novembre, darà un saggio della sperimentazione dell’artista. La mostra, patrocinata dal Comune di Como, sarà presentata da Roberto Borghi e potrà essere visitata con ingresso gratuito (orario: ma-ven 11-13 e 14.30-18.30; sa e do 10.30-19).
Perché il policarbonato? Risponde il curatore Roberto Borghi: «In primo luogo perché rappresenta una sfida: la natura più autentica, la “natura più naturale” non è forse quella che riesce a manifestarsi persino attraverso la conclamata artificialità di una materia plastica?».
L’esperienza di Heidi Bedenknecht De Felice è cominciata con il filo e la textil art, una felice contaminazione con l’artigianato che si è sempre legata alla natura e all’ambiente e che passa anche attraverso lo studio della luce e dei materiali, sfociando in dimensioni oniriche e cangianti sintonizzate sulla percezione dello spettatore. Conclude il critico Roberto Borghi: «Un altro motivo della predilezione per il plexiglas sta nell’alto potenziale di poeticità che è insito nella sua trasparenza».

Nella foto:
A lato, da sinistra, opere luminescenti di Heidi Bedenknecht De Felice. Sotto, il lavoro intitolato “…dal letame…”

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.