Cultura e spettacoli

I Baustelle prenotano Lugano

altI live oltre frontiera – Oggi Vinicio Capossela a Mendrisio. Intanto Estival Jazz annuncia in calendario i Jefferson Starship e Stevie Winwood

 

Grande attesa per le ricche kermesse estive del Canton Ticino, che in queste settimane stanno completando i loro attesi cartelloni. Giunto alla 35ª edizione, Estival Jazz rimane l’evento live gratuito più importante d’Europa, quello che non ha mai tradito gli appassionati con le sue proposte sempre di altissima qualità. Jackie Marti, storico patron della manifestazione, è al lavoro per gli ultimi ritocchi al programma 2013: «Anche quest’anno avremo un grande festival. Nonostante la crisi renda oggettivamente più faticoso trovare nuovi sponsor, siamo ancora in ottima

salute e non ci possiamo certo lamentare».
«Vi anticipo due nomi – prosegue – il 28 giugno, per l’apertura a Mendrisio in piazza alla Valle, ospiteremo i mitici Jefferson Starship di Paul Kantner e il 4 luglio, per il debutto di Lugano in piazza Grande, ospiteremo Stevie Winwood, ex Traffic e Blaind Faith, insomma una leggenda del rock. Per scaramanzia, non avendo ancora firmato il contratto, non posso ancora rivelarvi il nome, ma certamente regaleremo al nostro affezionato pubblico anche un grande nome italiano».
La concorrenza in Ticino è spietata, ma Marti ha buoni rapporti con tutti: «Io e Andrea Wyden lavoriamo per Estival Jazz da 35 anni, credo sia un record. Con gli organizzatori delle altre manifestazione c’è grande rispetto; ci parliamo cercando di evitare la concomitanza di date live dello stesso genere, e in ogni caso anche in questa edizione porteremo sul palco tre progetti esclusivi per il nostro calendario».
Anche il Long Lake Festival, sempre a Lugano, cresce di anno in anno con una programmazione ogni estate più generosa: un mese di eventi, dal 21 giugno al 21 luglio, che coinvolgeranno alcune delle location più belle di Lugano. Primi nomi annunciati quello della garage band inglese The Jim Jones Revue, con le canzoni di The Savage Heart, in piazza Manzoni il 28 giugno, e quello di Mark Lanagan, l’ex Screaming Trees, autore lo scorso anno dello splendido album Blues Funeral, in concerto al parco Ciani il 17 luglio.
Stratosferica come sempre anche la decima edizione del festival Moon & Stars di Locarno, che dal 4 al 14 luglio presenterà nell’ordine: ZZ Top e Krokus al debutto, Amy Macdonald e Glen Hansard il 5, Santana il 7, Green Day l’8, Depeche Mode il 9, Zucchero il 10, Mark Knopfler l’11, Bryan Adams il 12 e, per chiudere con il botto, Neil Young & Crazy Horse il 14.
Al Vallemaggia Magic Blues, kermesse che si sta ritagliando lo spazio che una volta spettava al defunto Piazza Blues di Bellinzona, spiccano invece i nomi del funambolico Eric Sardinas il 12 luglio e degli immortali Status Quo il 2 agosto.
It Don’t Mean a Thing (If it Ain’t Got that Swing) è il titolo, infine, da cui prende spunto – utilizzando un celeberrimo brano di Duke Ellington – JazzAscona 2013. Un’idea nata per riportare, come ha spiegato lo stesso direttore artistico dell’evento Nicolas Gilliet, lo swing nel cuore del jazz. In totale la kermesse organizzata nella bella città che si affaccia sulla sponda ticinese del Lago Maggiore proporrà 160 concerti in nove giorni, dal 21 al 29 giugno, con artisti del calibro di Robben Ford, Mark Whitfield, Gunhild Carling, Shanna Waterstown. Intanto all’interno della rassegna “Palco ai giovani”, che si svolgerà dal 17 al 19 maggio in piazza Manzoni a Lugano, un altro importante annuncio per il rock italiano. Sperando di poterli rivedere presto sul Lario, dopo la loro esibizione al Moa a Villa Erba di Cernobbio nel 2010, i Baustelle porteranno il 18 luglio a Lugano un assaggio delle nuove splendide canzoni di Fantasma, chiosando la seconda giornata del concorso che premierà la migliore band emergente della Svizzera italiana.
La maratona live oltre frontiera parte però questa sera con l’atteso concerto di Vinicio Capossela, alle 22, all’Arena di Mendrisio in via Angelo Maspoli 24. Il cantautore proporrà le canzoni del recente album Rebetiko Gymnastas. «I porti sono per le musiche – ha detto Capossela – quello che è il polline per i fiori. Queste sono musiche di porto che praticano esercizi, indiscipline individuali. Cavalli che provano a essere giraffe. Sono suonate in greco, per debito nei confronti della Grecia, che ha donato all’umanità oltre alla civiltà anche una delle più straordinarie musiche urbane del mondo: il rebetiko». Biglietti a 22 euro più i diritti di prevendita, si trovano sul sito www.ticketone.it e nel negozio Renata Music di via Collegio dei Dottori 5 a Como.

Nella foto:
La band dei Baustelle, attesa in Canton Ticino. Si spera in un prossimo live anche sul Lario
22 marzo 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto