I cinghiali scendono in città. Tre esemplari in via Prudenziana

 

altA spasso vicino al centro
L’incursione in un giardino è stata comunque senza danni

I cinghiali si spingono fino a Como. Se la presenza degli ungulati è nota da tempo in Valle Intelvi ma anche, per restare vicino al capoluogo, nei boschi di Brunate, questa volta gli animali sono stati avvistati in città in via Prudenziana, all’interno del perimetro di un condominio al civico 10.
L’edificio, che ospita una ventina di famiglie, è circondato da un ampio giardino, delimitato da una recinzione. Negli ultimi giorni, alcuni cinghiali, in particolare due piccoli accompagnati da un adulto, probabilmente la mamma, si sono spinti fin verso il condominio, varcando la recinzione, probabilmente

sfruttando un buco nella rete.
L’incursione dei cinghiali è stata documentata da Vilmer Rastelli. «In passato ci era già capitato di avvistare nei boschi qualche cinghiale o anche cervi e altri animali – racconta il residente – ma non era mai capitato che si spingessero fin dentro l’area condominiale o che oltrepassassero la recinzione». In queste prime “visite”, i cinghiali non hanno provocato danni. «Almeno per il momento non hanno provocato disagi né creato particolare allarme – conferma Rastelli – Questo però, anche perché a farsi avanti sono stati soprattutto piccoli esemplari. Se la situazione dovesse ripetersi e si avvicinassero anche animali adulti, arrivando fino all’orto e ancora più vicino alla casa, è chiaro che ci sarebbe qualche preoccupazione in più».
Nell’autunno scorso, i residenti di Brunate avevano promosso una raccolta di firme per chiedere un intervento per mettere un freno ai cinghiali e agli ingenti danni provocati a orti, coltivazioni, sentieri e ambiente naturale. Le firme raccolte erano state una cinquantina.

A.Cam.

Nella foto:
Le immagini dei cinghiali che hanno invaso – per ora pacificamente – il giardino di un condominio di via Prudenziana a Como

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.