I disegnatori comaschi Villa e Piccinelli alla Fiera del fumetto di Lugano

Un'immagine della Fiera di Lugano del 2017 tratta dal sito della manifestazione
Un’immagine della Fiera di Lugano del 2017 tratta dal sito della manifestazione

Le copertine di Tex in grande formato, esposte all’esterno del Palazzo dei congressi. E una mostra antologica dedicata a Lupo Alberto, il personaggio più famoso nato dalla matita di Silver.

C’è anche questo – ma non solo – all’ottava edizione della Fiera del Fumetto di Lugano, in programma dal 28 al 30 settembre prossimi.

Come sempre, ai visitatori della fiera sarà regalato un fumetto inedito disegnato quest’anno proprio da Guido Silvestri, alias Silver, che ha pensato a una trama alla Sherlock Holmes, imperniata su un simbolo che più svizzero non si può: il formaggio Emmental. Un caso difficile, di cui naturalmente si occuperanno Lupo Alberto e il suo complice Enrico la Talpa.

Tra gli ospiti che si potranno incontrare in fiera, oltre a Silver, il comasco Claudio Villa (copertinista di Dylan Dog e Tex), Lucio Filippucci, disegnatore di punta di Martin Mystère, Giovanni Ticci, Gigi Cavenago, copertinista ufficiale di Dylan Dog, l’altro comasco Alessandro Piccinelli, copertinista di Zagor e Giorgio Cavazzano, uno dei grandi maestri Disney italiani, autore del manifesto della fiera di quest’anno.

Hanno annunciato la loro prensenza anche altri importanti firme del fumetto italiano quali Tanino Liberatore, Alfredo Castelli, Altan, Boban Pesov, Don Alemanno, Tino Adamo e Marina Sanfelice.

Non mancheranno ovviamente i fumettisti ticinesi: Johnny Pagani, Samuele Frasca e Simona Meisser.

Nei giorni della fiera è prevista anche una conferenza di Michele Pazienza, il quale parlerà del fratello Andrea a trent’anni dalla morte.

Ulteriori informazioni sul sito della manifestazione.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.