I due ladri con la passione per cioccolata e caffè

La storia – Durante la perquisizione nell’appartamento scoperta una montagna di prodotti
In un celebre film con Paolo Villaggio, lo sfortunato ragioniere Ugo Fantozzi scopriva l’infatuazione della moglie per un panettiere grazie ai chili e chili di michette scovati in ogni armadietto o mensola della cucina. Una scena simile, seppure senza risvolti sentimentali segreti o pruriginosi, si è presentata di fronte agli occhi dei carabinieri della stazione di Erba, impegnati nella caccia del complice di un furto appena compiuto all’interno del Bennet “I Laghi”. Un inseguimento, dopo aver
bloccato il primo dei due responsabili, che ha condotto i militari in un appartamento di Pontelambro. E qui, nel pieno della perquisizione, a venire allo scoperto non sono stati i chili di pane, bensì montagne di cioccolata e caffè. Gli stessi prodotti, guarda caso, rubati poco prima al Bennet in un colpo da 40 euro, poca cosa insomma. Tutto il contrario di quanto trovato dai carabinieri negli armadietti della casa, ovvero 35 confezioni di caffè di due tipologie differenti, ma anche 13 confezioni di cioccolatini gianduiotti, sette confezioni di cioccolatini al liquore, ed anche 13 di profumi. Una passione sfrenata, insomma, per il caffè e il cioccolato, quella di due romeni (di 44 e 35 anni) che ieri sono finiti diritti diritti in un’aula del palazzo di giustizia processati per direttissima. La coppia ha deciso di patteggiare quattro mesi a testa per il furtarello da 40 euro, mentre ora la procura aprirà un fascicolo per ricettazione. Sempre che i due non sostengano che tutto quel caffè e quel cioccolato fosse per uso personale.

Mauro Peverelli

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.