I misteri della scultura nell’estate di Vadacca

Abele Vadacca al lavoro

Sabato 8 agosto alle 21 in biblioteca a Bellagio incontro con l’artista restauratore del Duomo di Milano

Si intitola “Dialogo: viaggio nei più profondi misteri dell’arte” l’incontro dello scultore bellagino Abele Vadacca in programma presso la Nuova Biblioteca Tommaso Fulco Gallarati Scotti a Bellagio, nell’ambito degli incontri organizzati dal Comune che si protrarranno tutti i venerdì e sabato di agosto.
L’appuntamento con lo scultore e restauratore del Duomo di Milano, con atelier a Valmadrera e ormai stabilmente a Bellagio, è per sabato 8 agosto alle ore 21 presso il parco comunale prospiciente alla nuova biblioteca “Fulco Gallarati Scotti” a Bellagio , rigorosamente all’aperto nel rispetto delle norme che impongono il distanziamento sociale a causa della pandemia.
Un incontro la cui modalità ricalca il “caffè letterario” , moderatrice sarà l’assessore alla Cultura di Bellagio Paola Rossi. L’artista aprirà un dialogo sui misteri dell’arte, con un punto di vista inusuale si toccheranno concetti che spesso sono tralasciati dai più ma che sono il fondamento di innumerevoli espressioni artistiche nelle varie epoche e in varie culture.
«Sarà un viaggio nei sensi e nei misteri dell’arte», anticipa lo scultore che l’estate scorsa ha realizzato il ritratto del duca Fulco Gallarati Scotti, che ora si può ammirare nel sontuoso parco a lago di Villa Melzi.
Seguiranno nel mese di agosto altri appuntamenti che toccheranno temi diversi: dalla nautica con Gianni Gini, lo storico fondatore del Museo degli Strumenti per la Navigazione che ha sede sempre a Bellagio, al design con Mario Prandina, ed altri relatori si succederanno toccando argomenti ogni volta differenti.
«Ho colto con piacere l’invito dell’assessore Paola Rossi – dice Abele Vadacca – volto a rivitalizzare culturalmente Bellagio dopo questi mesi difficili per tutto il mondo. Sarà un piacere aprire un dialogo sull’arte , il tema vuole essere una sorpresa per gli intervenuti».
Come detto Abele Vadacca ormai da anni ha il suo atelier a Bellagio, presso il porticciolo di Loppia, ed è di ritorno dalla Puglia dove ha completato personalmente la supervisione alle fasi di installazione di una sua opera monumentale in marmo bianco Naxos e bronzo nel centro del comune di Calimera, dal titolo “Una carezza nel vento”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.