I nuovi attacchi di Currò a Salvini e le prove di alleanza di Butti

Alessio Butti Fratelli d'Italia

In un comunicato Giovanni Currò, deputato comasco alla Camera del Movimento 5 Stelle, chiede di approvare la legge che taglierebbe il numero dei parlamentari. «A pochi giorni dall’apertura della crisi di Governo da chi aveva ancora i piedi sporchi di sabbia di Milano Marittima, le orecchie che fischiano e il palato che sapeva ancora di mojito, mi unisco all’appello di far lavorare il Parlamento altre due orette soltanto, un ultimo voto – attacca Currò, con un chiaro riferimento al vicepremier Matteo Salvini – Per nostalgia? Assolutamente no, manca l’ultimo voto per far passare una riforma che il popolo chiede da tempo: la taglia-poltrone. Riduciamo subito il numero dei parlamentari, risparmiamo mezzo miliardo da destinare ai servizi essenziali per il Paese e non a un numero ristretto di persone privilegiate. Bastano solo due ore».
Di tenore diverso le dichiarazioni del parlamentare comasco di Fratelli d’Italia, Alessio Butti.
In caso di alleanza del centrodestra, il suo partito potrebbe garantire alle elezioni una maggioranza sovranista alla Lega. «Penso che Fratelli d’Italia, guidato da Giorgia Meloni, sia stato il partito in assoluto più coerente e responsabile in questi 15 mesi di attività parlamentare – scrive Butti su Facebook – Ora non gioiamo per la situazione in cui questo governo lascia il Paese, ma riteniamo che le elezioni immediate rappresentino l’unica via d’uscita. Le alleanze? Pensiamo, come ha perfettamente chiarito Giorgia Meloni sul “Corriere della Sera”, di essere compatibili con la Lega. Insieme avremmo la maggioranza e potremmo governare 5 anni. Altri soggetti del centro destra? Nessuna preclusione, chi vivrà vedrà».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.