I panettoni di via Morazzone sono stati ancora spostati

alt Il nodo viabilistico

Se questa storia diventasse un film si potrebbe intitolare “Il giallo del panettone giallo” o, meglio ancora “Il ballo del panettone giallo”. Il panettone, o meglio i due panettoni in questione non sono però dolci tipici natalizi, ma gli spartitraffico che l’ufficio Mobilità di Palazzo Cernezzi ha posizionato qualche mese fa tra viale Giulio Cesare e via Morazzone.
Il provvedimento avrebbe dovuto scongiurare una delle manovre scorrette più frequenti degli automobilisti in città. Ossia

il taglio delle due corsie di viale Giulio Cesare per percorrere lo svincolo poco distante dal cinema Astra e imboccare la stessa direttrice nella direzione opposta. Ebbene, qualche buontempone si diverte nottetempo a spostare i due panettoni che dovrebbero impedire la svolta. Si tratta di un moto periodico che vede un giorno i due manufatti gialli a ridosso del marciapiede, e praticamente inutili, e un altro giorno, eccoli traslati proprio in mezzo allo svincolo.
Una posizione altrettanto inutile, visto che nell’ultima collocazione le automobili possono passare sia a destra sia a sinistra degli ostacoli.
Un vero caos viabilistico insomma.
Ci siamo occupati della questione l’ultima volta lo scorso 20 febbraio. Il comandante della polizia locale, Vincenzo Graziani, aveva spiegato come già in gennaio la questione era stata ampiamente affrontata.
«Abbiamo sorvegliato a lungo lo svincolo – aveva spiegato Graziani – Certo non è pensabile che un agente presidi l’imbocco in viale Giulio Cesare, si deve trovare una soluzione. Oltre alla segnaletica sono stati collocati due dissuasori di cemento per impedire la svolta a sinistra – aveva detto sempre il comandante della polizia locale – Suppongo fosse un provvedimento provvisorio, anche perché i due panettoni sono stati subito spostati a lato della strada. Basta una persona con una sbarra di ferro per muovere di qualche metro gli elementi di cemento. Collocati come sono ora – aveva sottolineato Graziani – i panettoni lasciano ancora una corsia decisamente ampia». Una “non soluzione” provvisoria che continua però a non risolver nulla.

Nella foto:
Ieri.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.