Cultura e spettacoli

I personaggi surreali di Antonio Rezza e il “Big Bang” di Lucilla

Sulla scena pendono teli colorati solcati, a diverse altezze, da semplici tagli dentro i quali Antonio Rezza infila la testa per dare vita a una serie multiforme e strabiliante di personaggi. Pochi ingredienti per una performance che l’artista, da anni, porta con successo nelle piazze e nei teatri d’Italia. Una comicità surreale, caustica, lavorata sulla mimica facciale e forte di una presenza scenica frutto di un meticoloso lavoro sul corpo.

La stagione del Teatro Comunale San Teodoro di Cantù apre con questo grande artista, venerdì 24 ottobre, alle ore 21. Solo sul palco, le strutture e gli oggetti di Falvia Mastella, sua compagna nella vita, a sostenere la sua vis comica, Rezza si muove tra meccanismi narrativi surreali e anarchici, il suo corpo manipolato e manipolatore disintegra le regole narrative, creando e distruggendo personaggi e connessioni logiche, con meccanismi comici inaspettati. Mastrella e Rezza, dal 1987, hanno realizzato dodici opere teatrali. Estratti di queste messe in scena sono state trasmesse dalla Rai e hanno ricevuto premi e riconoscimenti nei maggiori festival nazionali della comicità. Rezza – che è anche regista e scrittore – porta a Cantù il nuovo spettacolo intitolato “Io”. Ingresso 15 euro. Info: www.teatrosanteodoro.it.
Alla scoperta dell’universo

Martedì 28 ottobre, alle 20.30, al Teatro Cittadella di Lugano, Lucilla Giagnoni trasporterà il pubblico in un’affascinante viaggio alla scoperta dell’universo con Big Bang, monologo sulla creazione delle stelle e del mondo. Attraverso la scienza, la teologia e la poesia, lo spettacolo si mette alla ricerca del senso della vita, ponendo in relazione fede e ragione. Dalla Divina Commedia di Dante, cavalcando le pagine della Genesi, passando per Shakespeare e le formule della relatività di Albert Einstein, Lucilla Giagnoni cerca un punto di incontro, una relazione che possa far dialogare Dio e la scienza.
Lucilla Giagnoni ha esordito giovanissima nella “Bottega” di Gassman, a Firenze, dove ha lavorato con Paolo Giuranna e la grande attrice francese Jeanne Moreau. Dal 1985 al 2002 il suo lavoro si è concentrato sull’attività del Teatro Settimo diretto da Gabriele Vacis. I suoi Big Bang, Apocalisse e Vergine Madre costituiscono un progetto organico chiamato “Trilogia della spiritualità”. Il suo ultimo lavoro si intitola, invece, Ecce Homo. Info e prenotazioni: www.luganoinscena.ch.

Nella foto:
Ricerca sul corpo
Antonio Rezza in un momento della sua performance in cui il corpo gioca un ruolo cruciale
24 Ottobre 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto