Cronaca

«I privati paghino la sicurezza»

Il sindacato di polizia Silp Cgil
«Nella scorsa stagione sono stati quasi 200 mila gli operatori di polizia impiegati per la sicurezza negli stadi con un costo per lo Stato di circa 25 milioni di euro». Il segretario provinciale del Silp Cgil (Sindacato italiano lavoratori polizia), Robes Ivan Roncolato, torna sulla proposta formulata dal premier Matteo Renzi di far pagare alle società di calcio professionistico i costi della sicurezza nelle manifestazioni sportive.
«Si tratta di spese che non possono ricadere sull’intera collettività – spiega – Dobbiamo puntare a garantire l’ordine pubblico diffuso a tutti e non a pochi. Abbiamo già formulato la proposta in occasione della mostra di gioielli della nota società Bulgari a Villa Olmo e anche per il convegno Ambrosetti a Cernobbio, organizzato da uno studio privato milanese».
Il Silp Cgil Como chiede che almeno in parte le società private contribuiscano alle spese per la gestione dei servizi messi in campo per la sicurezza delle varie manifestazioni. «Ovviamente, il discorso è diverso quando l’ordine pubblico riguarda manifestazioni o eventi non organizzati da privati – aggiunge – ma con cittadini coinvolti. In questo caso, lo Stato deve garantire l’ordine e la sicurezza pubblica per i propri cittadini, non si arriverà mai a chiedere un compenso a una famiglia per un intervento relativo a un furto in abitazione», dice sempre Roncolato.
«Chi movimenta milioni di euro per eventi privati – conclude – dovrà essere chiamato in causa per gestire economicamente, almeno in parte, i servizi per esso predisposti».

Nella foto:
Cecilia Monti, 27enne di Mozzate
7 Ott 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dic: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto