I “signor Nessuno” e i candidati fantasma

Nemmeno una preferenza per 83 aspiranti consiglieri
La strage degli innocenti. O, forse, dei colpevoli. Sono scesi in campo – per ambizione, tornaconto, spirito di servizio o semplicemente per amicizia – ma non hanno rimediato nemmeno un voto. Nulla. Zero. Zero preferenze. Nemmeno un lontano parente ha scritto il loro nome e cognome sulla scheda azzurra. I “signor Nessuno” in riva al Lario sono 83 su un totale di 702 candidati che erano in lizza per uno dei 32 posti nel consiglio comunale del capoluogo.
Più di un aspirante consigliere
su dieci, l’11,82% per l’esattezza, non ha ottenuto neanche una preferenza. È una delle conseguenze della valanga di liste e candidati che hanno caratterizzato questa tornata elettorale. Moltissimi si sono messi in gioco, pochissimi varcheranno la soglia di Palazzo Cernezzi. Moltissimi, dunque, saranno gli esclusi. Per conquistare un posto nell’assemblea cittadina servono infatti decine di preferenze. E se in 83 non sono riusciti a convincere nemmeno un elettore, in 48 hanno fatto soltanto un passo in più, ottenendo un’unica, stentata preferenza. Un solo voto, insomma. Che magari si sono pure autoassegnati, scrivendo il proprio nome sulla scheda.
Che dire, poi, dei 16 aspiranti candidati alla poltrona più ambita, quella di sindaco? Un numero anche in questo caso impressionante, per una città come Como, dove alla fine hanno votato 41.984 cittadini, pari al 60,3% degli aventi diritto. Ebbene, dei 16 candidati alla carica di sindaco, ne sopravvivono solo 7 – Lucini, Bordoli, Rapinese, Gaddi, Mascetti, Ceruti e Molteni – ovvero coloro che hanno superato la soglia di sbarramento del 3%. Due si sfideranno al ballottaggio (Lucini e Bordoli), gli altri siederanno in consiglio comunale. I rimanenti 9 scompaiono invece dalla scena politica cittadina. Evaporando come fantasmi.

Marcello Dubini

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.