Iantorno contro Pastore. «Il consiglio va convocato»

Palazzo Cernezzi
È polemica tra il presidente del consiglio comunale, Mario Pastore (Fli), e il consigliere Marcello Iantorno (Pd). Tutto nasce da una comunicazione di Pastore: «Vista la scarsità di argomenti iscritti oggi all’ordine del giorno del consiglio comunale – ha scritto il presidente dell’assemblea ai consiglieri – visto che la giunta non ha ad oggi licenziato alcun nuovo argomento da trattare in aula, e visto che non abbiamo neppure da esaminare la proposta di delibera sul bilancio di previsione
, comunico l’intenzione di soprassedere dal convocare il consiglio finché le condizioni in premessa persisteranno».
Uno stop mal digerito da Iantorno. «Pastore sbaglia di grosso – attacca il consigliere del Pd – L’ho invitato a convocare immediatamente il consiglio, mettendo il consiglio stesso in condizione di poter esercitare i poteri di indirizzo e di elaborazione; in mancanza, lo chiederanno gli otto consiglieri necessari ai sensi del regolamento. Non è accettabile che davanti all’inerzia della giunta sia inerte pure il consiglio, il cui presidente ha l’obbligo di salvaguardarne prerogative e attività».

Nella foto:
Mario Pastore

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.