Identificato il motociclista morto, è un 18enne ucraino

È un ucraino di 18 anni, che abitava a Schignano, il giovane trovato senza vita sabato scorso in un torrente in una zona boschiva tra Senna Comasco e Como. Il ragazzo è stato riconosciuto dal fratello. La moto sulla quale viaggiava è risultata rubata. Proseguono le indagini dei carabinieri di Cantù per ricostruire cosa sia accaduto esattamente tra venerdì e sabato, quando sarebbe avvenuto l’incidente costato la vita al giovane.
Ilia Planata aveva compiuto 18 anni nel maggio scorso. La sua morte risale probabilmente alla notte tra venerdì e sabato, anche se solo l’autopsia, disposta dalla Procura di Como, potrà fare chiarezza sul momento e anche sulla causa del decesso del ragazzo. Il giovane potrebbe essere morto per le conseguenze della caduta dalla moto, ma non è escluso che sia annegato finendo con la faccia nel corso d’acqua nel quale poi è stato ritrovato.
Il corpo del ragazzo è stato trovato a poca distanza da una moto da trial, con la quale ha probabilmente avuto un incidente. Venerdì scorso, il proprietario del mezzo aveva denunciato il furto della moto. Non è ancora stato chiarito però perché Ilia Planata stesse utilizzando la due ruote.
Il corpo del giovane è stato notato sabato pomeriggio da alcuni ragazzi di passaggio nella zona di via Albate, che hanno dato l’allarme. Il 18enne era morto probabilmente 10-12 ore prima. Dopo la diffusione della notizia del ritrovamento del corpo, ancora non identificato, il fratello della vittima si è presentato dai carabinieri per denunciare la scomparsa di Ilia, precisando che la descrizione poteva corrispondere a quella del motociclista senza nome. Un drammatico sospetto che ha trovato poco dopo conferma.

Articoli correlati