Il battesimo della “nuova” Funicolare. Bruni: «Quattro milioni spesi bene»

Ieri il taglio del nastro. Catania (Atm): «Sistema all’avanguardia»
I nuovi vagoni della Funicolare Como-Brunate sono operativi ormai da qualche tempo, dopo la chiusura necessaria per consentire la sostituzione delle vecchie carrozze. Ieri mattina, però, è stato il tempo dell’inaugurazione ufficiale, alla presenza dei sindaci di Como, Stefano Bruni, e di Brunate, Davide Bodini. Non è mancato nemmeno il presidente di Atm (Azienda Trasporti Milanese, che gestisce l’impianto), Elio Catania. Quest’ultimo, intervenendo alla cerimonia, ha sottolineato la rilevanza

di questo «passaggio importante per Como e per Brunate: si tratta di un servizio di grande utilità sia per la città sia per i dintorni».
Le vecchie vetture erano ormai obsolete, e secondo Catania «era tempo che venissero aggiornate, sfruttando anche le tecnologie più avanzate.
«Si tratta di carrozze più veloci – ha aggiunto – che magari in futuro impiegheranno meno dei tradizionali 7 minuti. E sono decisamente più confortevoli, grazie all’aria condizionata e ai punti panoramici, senza dimenticare che hanno più porte e più posti rispetto alle precedenti».
Innovazione su tutta la linea, dunque, in quello che per il presidente di Atm si configura come «un passaggio importante verso la mobilità sostenibile, che è la soluzione ottimale per qualunque città». Inclusa, ovviamente, Como. Anche perché, a maggior ragione, Catania sottolinea: «Ci ho messo venti minuti per attraversare la città».
Il sindaco di Como, Stefano Bruni, si è soffermato soprattutto sulle cifre dell’intervento, evidenziando però anche la peculiarità del luogo: «In fin dei conti arriva tutto qui – ha spiegato Bruni – la Funicolare, i battelli, il treno e gli autobus. È uno dei punti più avanzati, come trasporti, dell’intera Lombardia». Il sindaco ha parlato di «intervento necessario, non solo per questioni normative, ma anche per migliorare il servizio offerto ai cittadini».
Il costo complessivo dei lavori è stato nell’ordine dei 4 milioni di euro. «Inizialmente era previsto un finanziamento regionale del 50% – ha fatto presente il primo cittadino – ma grazie ad un mio personale intervento con l’assessore Cattaneo (assessore regionale ai Trasporti, ndr) la Regione ha coperto il 75% dei costi».
Al resto ci hanno pensato Palazzo Cernezzi (circa 50mila euro l’anno per 20 anni), il Cpt e Atm. Costi tutt’altro che irrisori. «Ma è una tratta storica – ha rimarcato Bruni – importante sia per il turismo che per i lavoratori. Valeva la pena di fare qualche sacrificio».
Soddisfatto anche Davide Bodini, primo cittadino di Brunate. «Le carrozze, con portata superiore, sono apprezzatissime, tanto è vero che nel fine settimana di Ferragosto abbiamo accolto 11mila turisti». Bodini, in particolare, ne sottolinea i vantaggi per i turisti grazie ai «due punti panoramici eccezionali», così come l’importanza per i suoi concittadini. «Per noi la Funicolare è anche un’attrazione turistica – ha spiegato – ma non dobbiamo dimenticare che è un mezzo di trasporto fondamentale per i residenti: penso a chi lavora a Como e agli studenti». Dunque, per il sindaco di Brunate, «bisogna dire grazie ad Atm che, organizzandosi con i pullmini, ha gestito il servizio in assenza della Funicolare». L’auspicio, per Bodini, è che queste nuove carrozze «possano far incrementare il turismo a Brunate, anche solo per la curiosità di provarle».

Federico Trombetta

Nella foto:
Presa diretta
Il  taglio del nastro per l’inaugurazione ufficiale delle nuove carrozze della funicolare (foto Fkd)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.