Il Carducci rende omaggio a Piero Collina

L'ingresso dell'associazione Carducci a Como

Venerdì prossimo, 6 dicembre, alle ore 18 presso il Salone Musa della Associazione Carducci, in viale Cavallotti 7 a Como, quale ultimo appuntamento del ciclo “Quattro comaschi in cerca d’autore”, Alberto Longatti parlerà dell’opera e della personalità di Piero Collina come “poeta della nostalgia”, coadiuvato dall’interpretazione di alcuni attori della compagnia dialettale della Famiglia Comasca. Il relatore si soffermerà sullo spirito che ha animato l’impostazione delle creazioni letterarie di Collina e in genere le sue iniziative come originale animatore culturale a Como, presentando alcune delle sue poesie fra le più significative, recitate per l’occasione dagli attori Ornella Favini, Enrico Locatelli, Luigi Marelli, Pierluigi Mascetti. Come è noto, Piero Collina è stato anche il principale organizzatore della Famiglia Comasca, fondata il 29 marzo 1969, della quale in serata alle 20,30, presso l’auditorium del Collegio Gallio, verrà festeggiato il cinquantesimo di fondazione. Due eventi prenatalizi che si completano a vicenda nel rinsaldare l’importanza della tradizione nella storia comasca. Soffermarsi sull’aspetto di poeta della nostalgia o di quello di poeta dialettale, aggettiva maggiormente la posizione di Collina, a tutti gli effetti poeta italiano, la cui opera più famosa è la traduzione in vernacolo comasco de “I Promessi Sposi” di Alessandro Manzoni, pubblicata nel 1978. Alberto Longatti, giornalista, critico e scrittore, è un veterano in seno alla Associazione Carducci: frequentava l’istituto già nel 1947, a 16 anni d’età, ed entrava nel Consiglio Direttivo nel 1962. Ha partecipato pertanto a oltre mezzo secolo di storia della Associazione.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.