Il Centro Popolare Lombardo alla sfida del governo regionale

altPresentata la cinquina del movimento di Bettoni, ex Udc
Ridefinire le grandi opere, sostenere le piccole e medie imprese, rilanciare la concertazione con le parti sociali, siglare un’alleanza delle autonomie locali lombarde. Sono alcune delle priorità indicate nel programma del Centro Popolare Lombardo con Ambrosoli, che ieri ha presentato ufficialmente i cinque candidati comaschi in corsa per il consiglio regionale.
Il Centro Popolare Lombardo sostiene la candidatura a governatore

di Umberto Ambrosoli. Ieri, a Como, alla presentazione dei candidati lariani sono intervenuti i consiglieri regionali ex Udc Enrico Marcora e Valerio Bettoni. «In questi anni in consiglio abbiamo lavorato di volta in volta sui problemi reali senza posizioni preconcette – ha detto Bettoni – In questo momento, per la Lombardia il cambiamento è estremamente importante. Dobbiamo lavorare con obiettivi precisi e avendo come riferimento l’Europa. Ambrosoli è un uomo della società civile e risponde al bisogno di avere persone fuori dagli schemi dei partiti. Quella che ci accingiamo a combattere è una battaglia non facile, ma determinante nell’interesse del territorio e il nostro risultato sarà essenziale per l’esito delle elezioni».
La lista dei candidati comaschi è guidata da Paolo Frigerio, dirigente d’azienda e assessore nel Comune di Alzate Brianza. «Siamo una lista fortissimamente civica – ha detto Frigerio – Non abbiamo una struttura di partito rigida, siamo pronti a metterci in gioco con le nostre capacità, con passione e impegno. Metteremo al centro la persona e la famiglia – ha detto ancora Frigerio – Tra le priorità di chi sarà in consiglio regionale dovrà esserci necessariamente una forte collaborazione con le amministrazioni comunali. Occorrerà poi rivedere la politica della distribuzione dei fondi, che non sempre è stata trasparente né equa».
Valentina Grohovaz, dirigente scolastico dell’istituto di Como Centro e di Menaggio, ha messo in evidenza l’importanza della riorganizzazione dei percorsi di formazione.
«La Regione dovrà creare sinergie positive e percorsi di qualità – ha sottolineato – Como si gioca la sfida importante del campus universitario del San Martino, che dovrà diventare un centro attrattivo anche per studenti di altre realtà territoriali».
«La disoccupazione giovanile nella fascia dai 15 ai 24 anni a Como nel 2012 ha toccato quota 12,8%, un dato spaventoso – ha detto Matteo Mezzalira, erbese, neolaureato in Scienze politiche e relazioni internazionali – Sarà necessario intervenire in modo mirato per favorire le assunzioni dei giovani e per la formazione».
«Puntiamo alla tutela e alla valorizzazione del territorio – ha evidenziato Silvana Verga, consigliere comunale di Cadorago, docente di Storia dell’arte – È necessario procedere al recupero dei centri storici e alla realizzazione di aree di eccellenza industriale».
«Occorre agire sull’edilizia scolastica – ha messo in evidenza infine Marco Curtoni, ingegnere, consigliere comunale di Arosio – soprattutto dando, in modo oculato, contributi in primo luogo per la messa a norma».

Anna Campaniello

Nella foto:
I candidati del Centro Popolare Lombardo. Da sinistra: Matteo Mezzalira, Valentina Grohovaz, Paolo Frigerio, Silvana Verga e Marco Curtoni (foto Mv)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.