Il Circolo Ambiente Ilaria Alpi: “Smog, subito stop alle auto”

In vigore dal 14 al 18 gennaio

Adottare subito accorgimenti per il breve periodo, consigliati anche dalla stessa Arpa: limitazione del traffico degli autoveicoli, in particolare per i diesel, e contenimento del riscaldamento degli edifici a non più di 19°C.

E’ quanto chiede Roberto Fumagalli, presidente del “Circolo Ambiente lariano Ilaria Alpi”, dopo la nuova impennata di smog nel Comasco.

“Purtroppo – si legge in una nota – constatiamo che le istituzioni (Regione e Comuni) non hanno nemmeno il coraggio di adottare questi provvedimenti-tampone, che servirebbero solo per superare l’emergenza”.

“Ieri a Como la centralina Arpa ha misurato ben 70 microgrammi/mc di PM10, dopo i 67 di lunedì, pertanto ben oltre il limite di legge di 50 microgrammi (a Cantù ieri 70, lunedì 57; a Erba ieri 61, lunedì 52). Nel contempo, negli ospedali di Como è allarme ricoveri per patologie respiratorie legate soprattutto all’inquinamento dell’aria”.  

“In pratica si può dire che a Como e provincia si passati da un’estate con livelli di ozono record, ad un inverno con polveri sottili alle stelle”

“Ciononostante – prosegue la nota – non ci risulta che i Sindaci, primi tutori della salute pubblica, si stiano muovendo. Infatti secondo noi, indipendentemente dai giorni di superamento del limite-soglia di 50 microgr/mc di PM10, occorre prendere da subito provvedimenti per contenere l’inquinamento”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.