Il comasco Giunco alle consultazioni per “disegnare” la Rai del futuro

Maurizio Giunco alle consultazioni di CambieRai Maurizio Giunco alle consultazioni di CambieRai

Il progetto della Rai del futuro. E’ l’obiettivo delle consultazioni di oggi, convocate all’Auditorium Parco della Musica di Roma: CambieRai è un’operazione innovativa lanciata dal Ministero dello Sviluppo Economico per raccogliere dalla società italiana spunti e idee su come ridisegnare l’emittente di Stato.
Ha concorso a questo obiettivo anche un comasco: Maurizio Giunco, fondatore di Espansione TV e vicepresidente di Confindustria RadioTv.
La sezione RadioTv degli industriali, infatti, è tra le associazioni che il governo ha chiamato a raccolta per disegnare la Rai del futuro. Il sottosegretario alle Comunicazioni Antonello Giacomelli ha riunito 140 persone in rappresentanza di 62 associazioni, 20 enti pubblici e istituzioni, 11 centri studi e think tank. Esponenti di spicco del mondo di cinema, produzione tv, cartoon, informazione, cultura, turismo, made in Italy, scuola, università, digitale, disabilità e terzo settore. Una consultazione in stile Leopolda, con sedici tavoli articolati su sedici temi differenti: dal cinema ai territori, dalla scuola all’internazionalizzazione.
La seconda fase scatterà a maggio, con un questionario che resterà on line per 45 giorni tramite il quale, tutti gli italiani, potranno dire cosa pensano della Rai e come vorrebbero cambiarla, in vista della nuova convenzione tra Stato e Radiotelevisione Italiana in scadenza nel 2016. Un dibattito ampio e partecipato, una novità nel sistema di gestione e di programmazione dell’emittente di Stato.

Tratto da Espansione TV

Articoli correlati