Il comitato antigraffiti: «Aprite Torre Gattoni»

alt

L’idea dell’associazione

La Torre Gattoni è un tesoro della città e come tale non va abbandonato. Ne è convinto il comitato “XComo Più Pulita”, gruppo di volontari che da tempo in città, e non solo nel centro storico, pulisce le scritte dei writers con appositi solventi. Sulla sua pagina Facebook, il comitato ha proposto di recente di aprire al pubblico la torre di viale Carlo Cattaneo. Dove riposano i resti di una vecchia centrale elettrica per metterla «in condizioni visitabili». Si è aperto un dibattito sul

social network a tale proposito, e ha aderito alla proposta il consigliere comunale della lista “Per Como” Mario Molteni: «È ancora in buono stato, sarebbe bello poterla inserire in un percorso voltiano che parte da Camnago, raggiunge Como e il liceo Volta con i vari reperti del grande scienziato, si spinge fino al lago Tempio Voltiano e magari a Villa Olmo con una grande mostra proprio dedicata al grande fisico. Eh sì, sarebbe bello…».
La torre, che alla fine del Settecento ospitò il laboratorio di Alessandro Volta, è di fatto in stato di totale abbandono, in particolare da quando, nell’ottobre del 1978, la centrale Enel ospitata al suo interno chiuse i battenti e traslocò. Di un progetto per rendere la torre visitabile si parla in Comune da una decina d’anni. Senza mai arrivare al dunque.

Nella foto:
La Torre Gattoni in viale Cattaneo a Como.  (foto Mv)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.