Il comitato degli “esclusi” nasce in netto ritardo

L’ASSEGNAZIONE DEI PARCHEGGI IN CITTÀ/2
Alcune riflessioni sul neo costituendo comitato degli esclusi nelle assegnazioni dei parcheggi ai residenti. Non era il caso di muoversi prima delle estrazioni,  trovando probabilmente il consenso di tutti  i cittadini interessati, e non ora in quanto in odore di sfortunate vittime rancorose? Che il sorteggio sia stato una soluzione trasparente ed equa è un’affermazione che espressa dal comitato lo mette in una sorta di subalternità verso gli amministratori che male hanno affrontato il problema. Quindi con poche possibilità di incidere sulle future strategie.

A mio avviso occorre porsi criticamente verso la scelta stessa di affidare a delle estrazioni la soluzione del problema parcheggi. Opponendosi alla decisione dell’amministrazione di non accettare  il concetto di prelazione per chi ha avuto a suo tempo diritto a un parcheggio e tuttora mantiene i titoli per averlo.
Non serve sperare che a giugno siano disponibili 250 nuovi posti, perché nel frattempo vi saranno nuovi residenti che si aggiungeranno a questi 250 esclusi e coerentemente rivendicheranno il loro diritto a cui l’amministrazione, per coerenza con le attuali scelte, dovrà proporre l’ennesima estrazione in un carosello che non avrà mai  fine.
La soluzione era ed è nel richiedere che l’amministrazione faccia il proprio dovere, cioè reperire nuovi posti per i nuovi residenti in tempi possibilmente celeri. Il sindaco sa bene che l’offerta privata di parcheggi in convalle è praticamente nulla. Pertanto invitare i residenti a provvedere in proprio è affermazione miope se non ipocrita. La possibilità per un residente di parcheggiare in prossimità del proprio quartiere è un diritto. Non deve essere considerata una benevola concessione.  Se non si ha chiaro questo concetto base, non si potrà incidere sulle decisioni di queste amministrazioni.
L. Zannoni

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.