Il Comune: «Ci opporremo»

Paolo Frisoni: «La nostra strategia non cambia»
(f.bar.) Negli uffici di Palazzo Cernezzi la sentenza del giudice di pace non ha minimamente scalfito i piani della giunta in materia di parcheggi. Avanti tutta, dunque, senza farsi influenzare dalla condanna a risarcire l’automobilista “ribelle”. «Ricorreremo. Non siamo assolutamente d’accordo con la sentenza. Ma lo ribadisco: per noi nulla cambia nelle strategie in materia – dice Paolo Frisoni, assessore alla Polizia locale – Mi pare una decisione che non tiene conto della particolare configurazione della città e dunque anche delle scelte adottate dal Comune». Nessun tentennamento ma idee chiare.
«Ovviamente, lo ripeto, ricorreremo. Vorrei anche sottolineare come l’invito di Acus agli automobilisti affinché valutino l’ipotesi di ricorrere in casi simili non debba essere fatto con troppa superficialità, perché chi dovesse poi seguire le indicazioni dell’avvocato Lavatelli dovrà anche essere pronto a percorrere tutti i gradi di giudizio. Noi non retrocediamo. Il nostro intento primario è di preservare l’interesse della collettività», conclude Paolo Frisoni.
Sul tema interviene anche l’assessore alla Mobilità di Como, Daniela Gerosa. «Sia il parere dei nostri legali sia quello del Tar nelle sentenze recenti non mette in discussione la validità della delibera di giunta. Ricorreremo al Tribunale ordinario contro la sentenza del giudice di pace».
Si profilano all’orizzonte due schieramenti distinti: il Comune e Acus, che utilizzerà questa sentenza anche in futuro, in ogni eventuale, ulteriore ricorso. La conclusione è sempre dell’assessore Gerosa. «Non c’è l’obbligo di limitare i parcheggi blu in viale Varese visto che rientra in una zona di rilevante interesse urbanistico. In ogni caso, non metto in discussione il giudice. Abbiamo fatto i nostri approfondimenti e andremo avanti come consente la legge».

Nella foto:
Paolo Frisoni

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.