Il Consiglio di Stato boccia la sospensiva: forno crematorio, si riparte

Degrado al forno crematorio del cimitero monumentale di Como

Forno crematorio di Como, dopo il Tar di Milano anche il Consiglio di Stato boccia la richiesta di sospensiva presentata dalla società che non aveva potuto prendere parte alla gara per la gestione dell’impianto, a causa delle caratteristiche stesse del bando. Il percorso per l’assegnazione del servizio procede, come ha confermato l’assessore ai Servizi cimiteriali del Comune di Como, Francesco Pettignano, mentre si attende la sentenza sul merito della vicenda. A fine ottobre in Comune era stata aperta la busta tecnica dell’unica offerta arrivata per la gestione del forno crematorio. Ora si attende l’esito delle verifiche da parte della commissione che ha il compito di valutare la proposta per poter finalmente passare all’assegnazione della struttura.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.