Cultura e spettacoli

Il cuore dell’avanguardia pulsa sul Lago di Lugano tra cinema e pittura

Riva Caccia 5 a Lugano: appuntamento con il ’900 a caccia di futuro. Ricerca, ricerca e ancora ricerca. Era il motto di molti artisti. Senza limiti di tecniche, anzi legando – con un ponte ardito quanto originale di sperimentazione – la pittura e il cinema. È in particolare il mondo di Hans Richter, regista e pittore tedesco e uno dei massimi sperimentatori di estetica cinematografica. Partito da esperienze pittoriche di orientamento astratto, fece di tutto per uscire dalla gabbia del “quadro” tradizionale, sulle tracce dei cubisti e dell’astrattismo.

Tra le opere più famose, il film a colori in 16 millimetri di circa 80 minuti del 1947 Dreams That Money Can Buy (I sogni che il denaro può comprare), lungometraggio in sei episodi di ispirazione freudiana ideati da celebri artisti di avanguardia come Fernand Léger, Marcel Duchamp, Max Ernst, Alexander Calder e Man Ray.
Ora la mostra Hans Richter. Il ritmo dell’avanguardia al Museo d’Arte Lugano fino al 23 novembre, a cura di Elio Schenini e di Timothy Benson, porta sul Ceresio un’ampia retrospettiva sul maestro, che ha già fatto tappa a Los Angeles, Metz e Berlino. In tutto sono esposte quasi 200 opere tra pitture, disegni, fotografie, film, libri e riviste. Il legame con il Canton Ticino è nella biografia del maestro che ha trascorso gran parte dei suoi ultimi venti anni di vita a Locarno. L’esposizione è accompagnata da un catalogo rigoroso e con una splendida grafica che è il riflesso della creatività di Hans Richter. Info e prenotazioni: 004158.866.72.14. Orari: martedì–domenica 10-18, venerdì 10-21.
Ingresso 12/8 franchi svizzeri, gratis per i minori di 16 anni e la prima domenica del mese.

Nella foto:
un fotogramma di Dreams That Money Can Buy
24 ottobre 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto