Il dilemma tra posto fisso e precariato

CRISI ECONOMICA E OCCUPAZIONE
A proposito dell’articolo 18, Monti ha affermato che non deve essere un tabù questo argomento e che può essere incentivante modificare lo stato di cose perché il posto fisso è una noia. Bene. Esiste un dato di fatto imprescindibile ed è che la tutela dei lavoratori ha portato in effetti a una situazione paradosso per cui i datori di lavoro, una volta assunto un dipendente, se lo dovevano tenere lo stesso a vita, fino all’agognata pensione.
Ecco, stante questo dato di fatto e le indubbie migliorie che un cambiamento di tale situazione potrebbe apportare a molti, a partire da una maggiore movimentazione di assunzioni anche per chi il lavoro non ce l’ha, mi chiedo come si possa imporre, dall’alto di una posizione elitaria e di lavoro sicuro e agiato per tutta la vita, questo presunto stimolo in più nel cambiare lavoro e mansioni in un momento di crisi e di difficoltà nel trovare un’occupazione che garantisca uno stipendio sufficiente a vivere e un contratto sicuro per stare tranquilli per un po’ di tempo.
Lo dica Monti a chi è precario, che l’aumento delle situazioni di precariato e di passaggio da un precariato all’altro potrebbero essere incentivanti e stimolanti. Lo si vada a dire a chi è bersagliato da costi in continuo aumento e dalle tasse, a chi deve mantenere una famiglia. Non credo siano queste le riforme di cui necessitiamo nel mondo del lavoro, affinché la situazione migliori. Di certo questa non è la più urgente e necessaria, almeno non per il lavoratore precario, sottopagato o addirittura disoccupato, che non ha dunque tra le proprie priorità la ricerca di un lavoro appagante e stimolante, ma ambirebbe certo, a quel posto fisso, molto monotono, che gli garantirebbe di non arrivare tutti i fine mese disperato, ma non annoiato.
Ilaria Mascetti

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.