Il festival “Blues to Bop” in Ticino ponte tra jazz e musica del diavolo

alt Oltre confine

Torna ad accendere l’estate insubrica, fino al 1° settembre prossimo, la kermesse musicale ticinese “Blues to Bop”, ormai storica manifestazione di fine estate che fa da ponte tra la “musica del diavolo” e il grande repertorio del jazz, e che si svolge anche quest’anno sull’arco di due weekend.
Il pubblico si appresta a trasformare le piazze centrali della città di Lugano in una festa in cui nell’arco di tre sere si respirerà aria di musica in un’atmosfera effervescente. Il gran

finale come d’abitudine è previsto a Morcote; in questa particolare serata si esibiranno alcuni dei migliori musicisti di questa che è l’edizione numero 25.
Ancora una volta dopo un quarto di secolo Lugano con il suo circondario si trasformerà in una grande città della musica offrendo gratuitamente oltre 60 ore di concerti su 4 palchi (Piazza della Riforma, piazza Cioccaro, piazza Dante e piazzetta San Rocco) in tre serate a Lugano (29-31 agosto) oltre a Morcote. La festa musicale di “Blues to Bop” in realtà è già partita settimana scorsa dalle location “succursali” ma sempre prestigiose di Tesserete e Sessa.
Sui palcoscenici di Lugano – giovedì 29, venerdì 30 e sabato 31 agosto – si alterneranno Gerard Delafose e Zydeco from Louisiana, Walter “Wolfman” Washington, Mike Sponza, Ray Gelato (foto a sinistra), Iris Moné (a destra), The Unseen Eye, Spencer Taylor & The Highway QC’s, Joachim Palden & Dana Gillespie e il “Rob Paparozzi Trio”. Gran finale il 1° settembre ancora con Spencer Taylor & The Highway QC’s e a Morcote con una intensa jam session a sorpresa.
Il tutto, come detto, rigorosamente a ingresso libero come nella grande tradizione dei live di qualità svizzeri frequentati anche da moltissimi comaschi che hanno sete di buona musica.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.